Mercoledì, 16 Giugno 2021
Eventi

Bellezze artistiche da scoprire con "Cortili Aperti"

Torna a Martano la quarta edizione dell'iniziativa che apre alla fruizione oltre trenta tra palazzi e chiese del centro storico, con le peculiari case a corte. Musica, artigianato e gusto a completare

Egos

MARTANO - Torna a Martano "Cortili Aperti": giunge così alla quarta edizione l'iniziativa martanese dell'assessorato alle Attività produttive. Il percorso, come ogni anno, è strutturato in modo da rendere agevole a tutti la fruizione di oltre trenta tra palazzi e chiese del centro storico e delle vie limitrofe ed altre strutture, come le peculiari case a corte.

"L'appuntamento con Cortili Aperti diventa anno dopo anno momento di attrazione turistica - spiega l'assessore delegato Antonio Carra -, la volontà reale dell'amministrazione è quella di mettere a disposizione di tutti, cittadini, turisti, curiosi, studiosi, le bellezze che Martano ha da offrire per quanto riguarda l'aspetto architettonico."

Ed, effettivamente, Martano merita uno sguardo approfondito sui suoi cortili: basti pensare che molti tra i più grandi costruttori hanno lasciato proprio nel cuore della città i loro capolavori, da Manuli a Margoleo, da Migliola a Lubelli, hanno contribuito a realizzare vere e proprie architettoniche opere d'arte: "Il dato più interessante - spiega l'assessore - che si è registrato nelle scorse edizioni, oltre ovviamente ad un crescente numero di visitatori, è la presenza di moltissimi ragazzi".

"Questa - sottolinea - è un'evidente conferma del fatto che Cortili Aperti sia una manifestazione che desta interesse e stupore nei diversi target. I ragazzi non possono fare a meno di scattare decine di foto, affacciati dalle scalinate più affascinanti o vicino ad un portone straordinariamente ricco di elementi barocchi: vive ancora la favola dei principi e dei loro mondi dorati. In questo senso, Cortili Aperti è il modo più vicino a tutti noi per riviverla".

Il percorso tra i cortili, inoltre, si arricchisce spontaneamente con le meravigliose fontane create da artisti internazionali in occasione della II Biennale di scultura del 1992. E se non bastasse la bellezza storica dei Palazzi, delle chiese e delle corti martanesi, Cortili Aperti può contare su una vasta partecipazione di artigiani ed artisti locali, presenti nelle serate della manifestazione con personali e mostre dedicate: "In questo modo - continua Carra - si può coniugare alla bellezza storica e monumentale dei cortili anche la bellezza delle opere attuali dei tantissimi maestri locali".

Cortili Aperti è, dunque, il desiderio espresso di fondere la migliore memoria storica alle eccellenze locali che vedrà, anche quest'anno, centinaia di visitatori affollare il centro di Martano, cuore della Grecìa Salentina, in cui questo mix eclettico di arte diventa cornice di eccellenza per un atmosfera quasi magica. Saranno aperti al pubblico più di quaranta fra palazzi gentilizi, dimore storiche, atri, giardini, corti e cortili di Martano. All'interno, nei quattro giorni, musica, reading di poesie, estemporanee di artisti, artigianato tradizionale, degustazioni, mostre.


Nei cortili e nelle immediate vicinanze, spazio anche per l'artigianato tradizionale, per artisti locali, operatori enogastronomici del Salento, dallo scultore in pietra leccese alla lavorazione del ferro battuto, dalla degustazione di olio extravergine d'oliva all'esposizione di opere in cartapesta. Cortili Aperti sarà visitabile dal 22 al 24 luglio dalle 20 alle 24. E dall'amministrazione comunale arriva un "sentito ringraziamento" ai proprietari dei cortili "per la loro paziente disponibilità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bellezze artistiche da scoprire con "Cortili Aperti"

LeccePrima è in caricamento