Lunedì, 27 Settembre 2021
Eventi

Benigni e Dante, Lecce per la prima in Puglia

Oggi la presentazione ufficiale dello spettacolo che sarà di scena il 6 luglio presso lo stadio di via del Mare, affidata al presidente della Provincia Pellegrino ed al sindaco Perrone

Per La Nazione è "un tripudio gigantesco" e quella del pubblico, secondo Il Messaggero, è una "risposta oceanica, ardente". "Spettatori estasiati, ammutoliti, forse stupiti dall'emozione", ricorda La Repubblica, per uno spettacolo che spazia "dalla satira graffiante alle suggestioni delle celeberrime terzine", come spiega Il Piccolo. Dov'è passato lui, ha lasciato il segno. L'Attore che interpreta il Poeta. Roberto Benigni e Dante Alighieri, un connubio ormai talmente solido da essere quasi imprescindibile. Roberto e Dante, due toscani, l'istrione la cui biografia un giorno riempirà pagine di libri di storia interpreta e racconta l'opera massima di chi nella storia ci è immerso fin dal '300. Benigni ha strappato la "Divina Commedia" alla noia delle chiose scolastiche, per rivendicarne la forza espressiva, dando a Dante quel che è di Dante: il popolo. In Locride, raccontano, i ragazzi urlavano dagli spalti a gran voce l'interpretazione di Farinata degli Uberti.

Fu proprio per il popolo che vennero composte quelle terzine in endecasillabi. In volgare. Ed è per il popolo che oggi Benigni recita in Italia "TuttoDante". Ventisette le città che fino ad oggi hanno ospitato lo spettacolo, quasi 450mila le persone che vi hanno assistito. Lecce sarà la prima tappa pugliese, il 6 luglio. Seguirà Foggia.


Questa mattina, a Palazzo Adorno, la presentazione ufficiale di uno spettacolo che la Provincia di Lecce ha fortemente voluto e per ottenere il quale, "strappandolo a Bari", come ha ricordato il responsabile della Esperanto Srl, società che si occupa della produzione di Benigni in Puglia e Basilicata, s'è raccordata con il Comune in modo da avere piena disponibilità dello stadio. Ecco perché erano presenti, uno accanto all'altro, il presidente dell'ente di Palazzo dei Celestini, Giovanni Pellegrino, ed il sindaco Paolo Perrone. Già in opposizione quando Perrone era consigliere fra i banchi della Provincia, prima dell'ascesa a Palazzo Carafa, si sono ritrovati 'alleati' nella cultura. Il loro auspicio, espresso nel corso della conferenza, alla quale ha partecipato anche Luigi De Luca, responsabile dell'ufficio Cultura della Provincia, è stato proprio quello di aprire una strada alla collaborazione reciproca nell'ambito di eventi di rilievo, in grado di attrarre anche i turisti. Appuntamento al 6 luglio, dunque, con l'interprete di "Johnny Stecchino", "Il mostro", "Il piccolo diavolo" e soprattutto "La vita è bella", capolavoro premiato con tre Oscar.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Benigni e Dante, Lecce per la prima in Puglia

LeccePrima è in caricamento