Eventi Novoli

Bonaveri, fuoriclasse della musica italiana

Già già frontman dei Resto Mancha, è stato più volte arrangiatore e produttore per Giorgio Gaber e Ivano Fossati

bonaveri

Domani, sabato 19 maggio alle 21,30 la Saletta della Cultura Gregorio Vetrugno di Novoli prosegue il suo viaggio alla scoperta della musica d'autore italiana. La nuova edizione della rassegna Tele e ragnatele, curata da Mario Ventura e realizzata in collaborazione con la Cooperativa Coolclub, prosegue con l'esibizione di Germano Bonaveri.

Cantautore bolognese, già frontman dei Resto Mancha, con i quali ha pubblicato un album uscito nel 2005, Germano Bonaveri presenta ora il suo primo album solista, Magnifico. Un disco che si dichiara sin dal titolo, anche in virtù della prestigiosa produzione artistica di Beppe Quirici, vero fuoriclasse della musica italiana, più volte arrangiatore e produttore per Giorgio Gaber e Ivano Fossati, tra gli altri. Magnifico è un disco molto concreto, con musiche che esprimono vigore e sacrificio, e testi ben radicati nella realtà quotidiana. Un album che è il risultato di anni di lavoro: di concerti e di ricerca musicale, di valutazioni sociali e di introspezione personale, che manifestano indignazione e impeto di ribellione per il mondo che ci circonda, ma che gettano anche un delicato sguardo sulla sfera privata ed emotiva della vita di ogni giorno, di ognuno di noi.

"Il percorso del mio scrivere e comporre musica è scandito dal quotidiano", spiega Bonaveri. "Scrivo di getto cercando di essere il tramite tra l'esperienza e la canzone con la solida certezza di non avere risposte ai tanti interrogativi che mi pongo. Mi piace immaginare di poter dare voce e parola alle emozioni delle persone che ascoltano e trovarmi a parlarne alla fine di un concerto... Il mio percorso esistenziale si è incrociato più volte con correnti misteriche, o quantomeno vicine alla filosofia occulta. Appassionato alchimista, affamato di filosofia, affascinato dall' archeologia fin da bambino, interessato alle culture e tradizioni magiche, sono un discreto divoratore di libri".

La rassegna Tele e Ragnatele si concluderà sabato 26 maggio con l'esibizione di Lorenzo Hengeller. "Il giovanotto matto" è il terzo album di Lorenzo Hengeller, un disco dalla marcata matrice swing, che si confronta con un repertorio dal chiaro sapore retrò (Kramer e Carosone), ironico e farcito di divertenti sketches e gag musicali, con la complicità, tra gli altri, di Bruno De Filippi, Roberto Del Gaudio, Antonio Sinagra e Angela Luce. A dispetto del cognome, Hengeller è napoletano. Nel 1998 esce il suo primo cd, "Hengellers" . Nel 2004 con l'etichetta Polosud pubblica il suo secondo disco: "Parlami Mariù... ma non d'amore!", che spinge Stefano Bollani a dichiarare: "Lorenzo rivitalizza le canzoni dell'epoca di sua/nostra nonna con un occhio affettuoso e l'altro ironico...".

Inizio concerti ore 21.30 - ingresso 5 euro

Saletta della Cultura Gregorio Vetrugno

Via Matilde 7 - Novoli (Lecce)
Info 347 0414709 - marioventura3@virgilio.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonaveri, fuoriclasse della musica italiana

LeccePrima è in caricamento