Mercoledì, 16 Giugno 2021
Eventi

Calendario della Polizia 2015, anche quest’anno lo sguardo rivolto ai bambini

Sono state presentate questa mattina le 12 tavole che raffigurano i nuovi mesi dell’anno entrante. Il progetto della Polizia di Stato, anche in questa occasione, è stato creato con fini benefici in collaborazione con L’Unicef. Le vendite, rispetto al 2014, sono aumentate a dismisura

Il momento della presentazione del nuovo calendario

LECCE  - Ogni mese, un reparto della Polizia di Stato. Anche quest’anno, lo scopo è quello di aiutare i bambini e le donne del Centro Africa. Il calendario 2015 della Polizia di Stato è stato realizzato con gli scatti del tre volte premio oscar Vittorio Storaro. Si tratta di un calendario che rompe la tradizione dei calendari della polizia, raccogliendo dodici scatti d’autore con cui l’artista ha deciso di rappresentare il tema delle abilità che il poliziotto quotidianamente mette al servizio del cittadino. 

Attraverso uno stile artistico classico e a lui congeniale, Storaro gioca con le trasparenze per mostrare il dettaglio, il particolare e il tutto, in un’unica immagine. Come un regista, dissolve le immagini e le sovrappone, usa la luce puntiforme per tagliare le ombre come una lama e disegnare sagome di donne e uomini della Polizia di Stato in ambientazioni fisiche e spirituali, reali e oniriche.

Lo scorso anno, la vendita del calendario ha permesso di ricavare 110mila euro che verranno devoluti al progetto Unicef “Nutrizione per i bambini vittime dell’emergenza umanitaria nella Repubblica Centro Africana”. I ricavati delle vendite dei calendari della Polizia e devoluti ai progetti Unicef nel corso degli ultimi anni continuano ad aumentare. Segno della sensibilità sui temi della nutrizione e sull'attenzione ai bisogni dei bambini.

È possibile visionare il nuovo calendario all’URL https://www.poliziadistato.it/articolo/view/36751/ (menu destro -  sezione “documenti”)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calendario della Polizia 2015, anche quest’anno lo sguardo rivolto ai bambini

LeccePrima è in caricamento