Eventi

"Carmiano mediterranea" tra destagionalizzazione e nuove sfide territoriali

Sabato 21 e domenica 22 ottobre si terrà la prima edizione dell'evento ideato per accendere i riflettori sull'entroterra salentino e sulle sue eccellenze

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

CARMIANO - Se la tendenza del “nuovo turismo” non è più la destinazione ma la motivazione, allora “Carmiano Mediteranea” ha una sua collocazione perfetta nella programmazione degli eventi pensati per allungare la stagione turistica. La manifestazione, che si svolgerà sabato 21 e domenica 22 ottobre, nasce per accendere i riflettori su una realtà ricca di storia come Carmiano e, più in generale, sul Gal Terra d’Arneo, zona dalla bellezza senza tempo, dall’innegabile patrimonio artistico, oltre che paesaggistico, che merita un palcoscenico privilegiato. Arte, musica, enogastronomia, spettacoli, momenti conviviali e spazi dedicati all’attualità e all’approfondimento, con un sguardo rivolto alla destagionalizzazione, scandiranno le due giornate che animeranno il cuore della città, Piazza Assunta e Via Roma, agorà perfetta per creare una situazione di incontro e socializzazione in cui il territorio e la sua comunità ospitante saranno protagonisti assoluti.

La cassa armonica nel centro della piazza, sarà il cuore pulsante dei vari appuntamenti artistico-musicali che si alterneranno a quelli di carattere più squisitamente conviviale. Nella stessa area, infatti, sarà allestito un vero e proprio “villaggio del gusto” con apposite casette pensate come vetrine privilegiate per le aziende locali che, in questo modo, potranno mettere in mostra le proprie eccellenze, enogastronomiche e non, tra show cooking, masterclass, degustazioni e workshop. Previste anche delle tavole rotonde sull’importanza della tradizione da preservare per valorizzare il territorio partendo proprio dalle sue unicità. Tutto questo, sotto la sapiente guida di Michele Bruno e dell’ Associazione Puglia Expo. Cibo e musica sono da sempre un binomio perfetto. Per rendere unico questo appuntamento, dunque, anche lo spazio dedicato allo spettacolo sarà di qualità, grazie alla presenza di Locomotive Giovani e GirodiBanda.

Il primo è una costola dell’arcinoto Locomotive Jazz Festival diretto da Raffaele Casarano. Una fucina di talenti tra i quali Andrea Rossetti (classe ’88), e la Crazy Roll Band, che si esibiranno sabato sera. Il secondo è il progetto artistico firmato da Cesare dell’Anna, nato per unire, sotto la stessa bacchetta, musica folk e sonorità balcaniche, pizzica e jazz, ritmi africani e atmosfere gispy, tra improvvisazioni e arrangiamenti tipici degli organi bandistici. La sua esibizione chiuderà l’evento, domenica sera. In programma un interessante calendario di seminari e workshop con focus sul territorio: si parlerà di Xylella, di imprenditoria giovanile, del rapporto tra finanza e imprese, di dieta mediterranea e delle risorse del mare, come il pesce azzurro, “povero” per il costo, ma ricco di omega 3. E poi ampio spazio ai protagonisti indiscussi della realtà locale: olio e vino, eccellenze pugliesi, fra tradizione e innovazione.

“Il nostro obiettivo è sicuramente quello di valorizzare il territorio – spiega Camillo Villani Miglietta, assessore allo Sviluppo Economico e Attività Produttive del Comune di Carmiano – ma soprattutto dare uno slancio concreto al discorso della destagionalizzazione. All’evento parteciperanno oltre 30 aziende del comparto agroalimentare, ci saranno incontri con professionisti del settore, momenti musicali a tanto altro. L’enogastronomia è diventata una vera e propria motivazione di viaggio, quindi un elemento più che valido per diversificare l’offerta”.

Lo ha ribadito nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’evento, che si è svolta a Palazzo Adorno, alla quale hanno presto parte gli altri protagonisti della manifestazione. Il sindaco di Carmiano, Giovanni Erroi, l’assessore al Turismo, Maria Lucia Pellegrino, Fernando Leone in rappresentanza del GAL Terra D’Arneo, Nevio D’Arpa, CEO & Founder di BTM Italia e il vicepresidente della Provincia, Antonio Leo.

“Attraverso ‘Carmiano Mediterranea’ – ha aggiunto il primo cittadino – vogliamo offrire opportunità interessanti da cogliere per creare un processo virtuoso che possa creare attrattività anche nei periodi dell’anno meno gettonati”. In programma, per il prossimo weekend, una serie di appuntamenti tesi non solo a creare intrattenimento, ma anche a diversificare l’offerta, facendo leva sulla peculiarità e unicità locali. Tutto questo anche con il supporto di BTM Italia. “I dati diffusi nel corso del TTG di Rimini, a cui ho partecipato propri nei giorni scorsi, indicano un aumento di presenze in Puglia a settembre e a ottobre ma soprattutto evidenziano buone prospettive anche per il mese di novembre. - Così Nevio D’Arpa, CEO & Founder di BTM, partner dell’evento. “Questo ci fa capire quanto sia importante concentrare le iniziative oltre il periodo estivo, coinvolgendo anche quelle realtà territoriali che non rientrano nei circuiti turistici tradizionali”. Tra gli altri partner dell’iniziativa, che gode del patrocinio della Provincia di Lecce, figurano BCC Terra d’Otranto e GAL Terra d’Arneo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Carmiano mediterranea" tra destagionalizzazione e nuove sfide territoriali
LeccePrima è in caricamento