Sabato, 25 Settembre 2021
Eventi Squinzano

"Caro De Andrè": a Squinzano nel ricordo del maestro

Lunedì 8 dicembre, nella piazza di Squinzano, alle 21, si terrà lo spettacolo "Carò De Andrè", un progetto complesso, con musicisti di estrazione classica, moderna, popolare, etnica e jazz

Lunedì 8 dicembre, nella piazza di Squinzano, alle 21, si terrà lo spettacolo "Carò De Andrè", un progetto che "nasce, per una sorta di 'non abbandono autarchico', il 13 novembre 1999, al Teatro Pagani di Monterubbiano", racconta Carlo Bonanni (chitarra e voce solista) sul sito web https://www.carodeandre.it. Un progetto che "si è poi evoluto, grazie soprattutto agli artisti che di volta in volta vi hanno partecipato - musicisti, scenografi, attori, ballerini, musicologi, fonici - fino ad acquisire un volto proprio, riflesso nello specchio del Mare Faber. Adesso la materia è abbastanza complessa, fra musicisti di estrazione classica, moderna, popolare, etnica e jazz. E' grazie a questi argonauti della musica che ancora riesco a tessere la testimonianza della meravigliosa memoria deandreiana".

"Lo spettacolo - spiega ancora Bonanni - è sempre testardamente finalizzato, modestia a parte, alla presunta rivelazione dei testi, per mezzo di: associazioni video cinematografiche, con video tratti da veri e propri monumenti del cinema, curate dal regista vincenzo pasquali; letterarie, con citazioni di opere che hanno alimentato il percorso umano del nostro artista;sonore: basti pensare all'ispirazione che Faber mutua dall'adagio del concerto in re maggiore per tromba, archi e continuo di Telemann. La scenografia è essenziale e simbolica: un fondale nero con una striscia bianca. Fasce di luce rossa che s'intersecano. Il bianco e nero rappresentano la serietà e l'impegno, il rigore e la lucidità di analisi nell'opera di De Andrè. Il rosso è la passione ed il convincimento con cui sono affrontati gli argomenti nelle sue canzoni".


Insieme a Bonanni suonanto Florindo Terrani (tastiere, fisarmonica, arrangiamenti), Massimo Liverotti (chitarra acustica, classica, elettrica, bouzouki), Giovanni Damiani (batteria), Andrea Basili (basso, violoncello, direzione dei cori), Gionni Di Clemente (chitarra acustica, classica, bouzouki, oud, mandolino, sitar), Michela Alessandrini (flauto traverso, flauto dolce, ottavino, ocarina), Roberto Rocchetti (violino), Alessandro Ferrato (percussioni), Tiziana Mariliungo (voce solista, corista), Alessandra Tiburzi (corista) e Maria Pacifici (corista).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Caro De Andrè": a Squinzano nel ricordo del maestro

LeccePrima è in caricamento