Rocco De Santis: il cantastorie griko

La Rassegna Evò ce Esù Visioni, sabato 15 settembre 2018, dalle ore 19.00, rende omaggio, a 100 anni dalla scomparsa, al poeta e studioso della lingua grika, nonché della storia e delle tradizioni popolari della Grecìa salentina, Vito Domenico Palumbo.

A lui sarà dedicato uno spazio del racconto che vedrà gli interventi del Direttore della Casa Museo della Civiltà contadina e Cultura Grika Silvano Palamà e dello studioso di lingua grika il Prof. Salvatore Tommasi.

Ma sarà soprattutto il linguaggio musicale a rendere omaggio allo studioso di Calimera attraverso la voce e la musica del cantautore griko Rocco De Santis, accompagnato della fisarmonica di Mattia Manco.

Oltre alla proposta di alcune delle canzoni più interessanti scritte dallo stesso Palumbo, Rocco De Santis presenterà un racconto in musica frutto del progetto “il cantastorie griko” di Parco Palmieri e alcuni brani del suo ricco e straordinario repertorio.

Il Cantastorie Griko è un progetto dell’Associazione Salento Griko, finanziato dalla Regione Puglia, nell’ambito della legge di tutela e valorizzazione della lingua grika.

Il progetto intende portare nelle piazze, nelle vie, e dentro i luoghi di incontro della comunità grika un modo nuovo di avvicinare la gente al griko. Un griko che non è l’obiettivo ma che ritorna alla sua essenza di strumento linguistico: strumento del racconto, della curiosità, della cultura popolare ma anche della creatività, dell’intrattenimento, della condivisione, nelle piazze, nei luoghi di incontro.

Portatore sano di questo approccio è il Cantastorie, l’anello di congiunzione tra la realtà e la finzione, tra il vissuto e il sogno, tra la propria terra e il mondo. Immaginiamo un mondo senza internet, senza televisione, senza smartphone o tablet, insomma torniamo agli anni in cui le comunità si ritrovavano nelle piazze, nelle chiese, nelle case, tra i crocicchi delle strade, ad ascoltare la novella “sacra o laica” che fosse.

E caliamo tutto ciò nella dimensione del teatro, della drammaturgia, del mistero, delle arti che si fondono nella dimensione della “cantata”.

Il cantastorie è una figura tradizionale della letteratura orale e della cultura folklorica, un artista di strada che si spostava nelle piazze e raccontava con il canto una storia, sia antica, spesso in una nuova rielaborazione, sia riferita a fatti e avvenimenti contemporanei. Le storie narrate entravano a far parte del bagaglio culturale collettivo di una comunità. Il progetto presenta la “prima” storia che ruota attorno alla vita del Medico e Martire Pantaleone, protettore del più piccolo borgo griko: Martignano.

Rassegna Cinematografica
Evò ce Esù Visioni – Incontri di confine tra visi e parlate
Parco Turistico Culturale Palmieri
Palazzo Palmieri – Martignano – Grecìa Salentina
Sabato 15 settembre 2018 – dalle ore 19.00
Ingresso gratuito
Info su www.evoceesu.it

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • Al Castello di Gallipoli il congresso internazionale di programmazione neuro linguistica

    • dal 11 maggio al 20 giugno 2020
    • Castello
  • “La musica è (anche) lavoro": incontri web del Dams dell'Università del Salento

    • fino a domani
    • Gratis
    • dal 13 al 29 maggio 2020
    • Online
  • Tre appuntamenti web per “La musica è (anche) lavoro” del Dams

    • fino a domani
    • Gratis
    • dal 27 al 29 maggio 2020
    • Dams Unisalento

I più visti

  • Matinée Musicali al Museo Castromediano: concerti e visite guidate

    • dal 12 gennaio al 14 giugno 2020
    • Museo Prov.le Sigismondo Castromediano
  • La settimana della musica a Lizzanello

    • Gratis
    • dal 25 al 31 maggio 2020
    • Online
  • Corso di chitarra a Marittima

    • Gratis
    • dal 7 ottobre 2019 al 28 maggio 2020
    • Pro loco Marittima
  • Al Castello di Gallipoli il congresso internazionale di programmazione neuro linguistica

    • dal 11 maggio al 20 giugno 2020
    • Castello
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    LeccePrima è in caricamento