Domenica, 13 Giugno 2021
Eventi

Cittadinanza onoraria all'artista Vinicio Capossela

L'onorificenza arriva da Patù, con la condivisione del Consiglio comunale, su proposta dell'assessore Antonio De Marco: la scelta maturata dal grande legame dell'artista e delle sue canzoni coi luoghi

Vinicio Capossella-2

PATU' - La cittadinanza onoraria di Patù a Vinicio Capossela, per sintetizzare un legame ormai profondo tra la comunità e l'artista. L'amministrazione comunale di Patù, dopo la proposta dell'assessore Antonio De Marco, ha convocato il consiglio il 24 agosto 2011, alle ore 12, per l'attribuzione della cittadinanza onoraria al maestro Vinicio Capossela, avendo consolidato negli anni di frequentazione del Capo di Leuca, un legame molto forte e profondo con il territorio, contribuendo a promuovere e divulgare le tradizioni e memorie del luogo attraverso il proprio talento nella musica e nella letteratura.

L'assessore motiva l'onorificenza dichiarando che Vinicio Capossela sia sbarcato a San Gregorio Marina di Patù nel 1994 "per un concerto di presentazione dell'album 'Camera a Sud' tenuto dall'artista presso la birreria On the Road. L'amicizia immediata e spontanea tra di noi, contribuisce a cementare un sodalizio tra Vinicio e la nostra terra che si consolida tra il mare della caletta di San Gregorio, le serate confidenziali all''On the Road 321', le partite a calcetto presso i campetti della marina".

"Qui - spiega - Vinicio Capossela diventa ospite fisso affascinato dal luogo, dalle persone e dal tessuto sociale e culturale di questa terra, dando inizio a un legame duraturo che continua e lo porta a interessarsi concretamente alle tradizioni culturali del nostro territorio, promuovendolo in ogni circostanza pubblica".

"Per me - prosegue - è molto emozionante ricordare come molti dei brani musicali scritti da Vinicio hanno preso linfa e mosto tra la caletta accarezzata dagli splendidi tramonti della marina San Gregorio, trovando l'ispirazione tra il mare, le pietre, gli ulivi del 'Getsemani' di Toto e le 'malogne'. L'esempio più eclatante del connubio tra Vinicio e il territorio del Capo di Leuca è racchiuso nel brano 'Il Ballo di San Vito', fotografia fatta di musica e parole della notte della festa di San Rocco a Torre Paduli, notte di danze tra le ronde dei tamburelli. 'Con una rosa' e 'Signora Luna' scritte tra il giardino di Mamma Ada e 'Montecaddini' a San Gregorio. 'L'accolita dei rancorosi' e 'La Marcia del camposanto' viene tenuta battesimo nella 'Putea de mieru de lu Paccella' a Castrignano del Capo. Mentre l'armonia di 'Morna' emerge dal suono della risacca nel vento di una buia notte passata nella caletta di San Gregorio inebriandosi di spuma, che viene dal mar".


Questi in sintesi i motivi che hanno spinto l'assessore a proporre il riconoscimento della cittadinanza onoraria a Capossela, immediatamente recepito unanimemente dal Consiglio comunale che trova le proprie motivazioni nella grande passione con cui l'artista ha coltivato i propri interessi raggiungendo altissimi risultati riconosciuti in ogni parte del mondo; pertanto l'Amministrazione comunale tutta intende conferire la cittadinanza onoraria "a testimonianza della gratitudine che l'intera popolazione di Patù riserva ad un artista come Vinicio che così meritatamente contribuisce a valorizzare la cultura e l'arte".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cittadinanza onoraria all'artista Vinicio Capossela

LeccePrima è in caricamento