Eventi

Come prepariamo il prossimo evento "della Notte della taranta"

..... allora deciso, andiamo alle prove generali del 23 a Melpignano, alle 18:30 ci avviamo per imboccare la Lecce Maglie. Già immaginiamo la coda allo svincolo, invece, arrivati, sembra tutto più tranquillo e si nota l'indicazione del cartellone luminoso "Parcheggio Notte della Taranta a 900 m " .

Un pò di coda, percorso obbligato con tanto di servizio d'ordine e volontari, per condurre gli ospiti in auto ad un tratto di strada con tre ingressi obbligati e ad ognuno uno o due volontari che ci invitano a fermarci - per continuare bisogna pagare il parcheggio 3 €.

Siamo un pò risentiti, sembra di esserci imbattuti nei parcheggiatori abusivi e chiediamo:<< se non volessimo sostenere questo costo dove possiamo parcheggiare?>> Risposta :<< fate inversione e tornate indietro>>.

Diciamo alla ragazza, mentre l'altro si defilava," non sembra che questo sia proprio ortodosso, si rischia di andare sui giornali" comunque decidiamo di soprassedere paghiamo 3€ come ricevuta ci consegna un talloncino staccato da un blocchetto con il logo dell'evento.

Una volta parcheggiata l'auto osservo la pseudo ricevuta e non riporta l'importo pagato, allora mi avvicino ai volontari che avevano riscosso e faccio notare che sul talloncino non era iindicata nemmeno la somma richiesta in pagamento per il parcheggio.

In grande imbarazzo la ragazza non sapendo cosa ribattere esclama " rivolgetevi a Manera che è l'organizzatore" poi scorge un responsabile ce lo indica e dice di parlare con lui.

Abbiamo chiesto delucidazioni sulla richiesta di pagamento, sulla ricevuta senza l'indicazione della somma ecc.... nervosamente asserisce che loro non avevano chiesto il pagamento del parcheggio ma, un contributo che quella zona su ordinanza del Sindaco poteva essere utilizzata allo scopo ecc....

Ribadiamo che la richiesta era stata chiarissima, loro hanno chiesto di pagare il parcheggio per poter entrare, allora nervosamente ci ha intimato di fare tutto ciò che credevamo opportuno anche di dare corso ad una nostra eventuale richiesta di intervento dell'Intendenza di Finanza.

Così abbiamo fatto, alla nostra chiamata risponde la Finanza di Lecce e l'addetto in servizio, dopo avere dettagliato il tutto, dichiara che non era di loro competenza intervenire e di chiamare il 112.

Viene spontaneo chiedersi di cosa si occupa l'intendenza di Finanza, di quanti "contributi" ha beneficiato l'organizzazione visto che non è stato rilasciato alcunchè per riscontrare gli incassi.

A questo aggiungasi tutte le consumazioni di migliaia di persone che alla cassa hanno ricevuto solo un talloncino con l'indicazione della bibita o del panino da consumare e, ancora, se il costo della consumazione risultava di 9€, pagandone 10€ si poteva ricevere un pezzo di nastrino colorato, quell'euro pagato in più... nessuna traccia... sconosciuto e a anonimo chiunque.

Moltiplicate per migliaia e migliaia di persone e confrontiamoli con i dati ufficiali.... pensiamo che non ci sarà bisogno, per il prossimo anno, di alcun contributo di Regione, Provincia che sono i soldi dei cittadini che hanno bisogno di vedere un cambiamento tangibile e non le solite manfrine politiche, sfruttamento dei deboli, ostentazione del potere.

Non si creda che tutto possa perpetuare senza che nulla accada, vi sbagliereste........

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come prepariamo il prossimo evento "della Notte della taranta"

LeccePrima è in caricamento