Dieta mediterranea e tumori, primo congresso a Lecce

È questo il tema proposto per la prima giornata di studio del convegno organizzato a Lecce, sabato 23 maggio dalle 8.30 alle 13.30

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Comunicato Stampa


Al via il primo congresso sull'importanza di divulgare la Dieta Mediterranea



Dieta mediterranea e tumori: dalla tradizione alla ricerca. È questo il tema proposto per la prima giornata di studio del convegno organizzato a Lecce, sabato 23 maggio dalle 8.30 alle 13.30.
Il rapporto tra alimentazione e malattie è da sempre oggetto di interesse di molti dibattiti, questi argomenti saranno infatti trattati nel corso del convegno organizzato presso le Officine Cantelmo, dalle dottoresse Maria Gabriella Caruso, responsabile dell'Ambulatorio di Nutrizione Clinica dell'IRCCS S. De Bellis di Castellana Grotte e Silvana Leo, dell'Unità Operativa di Oncologia di Lecce.


Nel 2010 la Dieta mediterranea è stata dichiarata patrimonio dell'Unesco: un modello nutrizionale, ispirato alla cultura culinaria tradizionale dei Paesi del Mediterraneo che, associato ad uno stile di vita sano, previene malattie croniche e tumori, secondo i risultati ottenuti da Epic (European Prospective Investigation into Cancer and Nutrition).


La Dieta mediterranea può inoltre rappresentare un modello di sviluppo sociale, agricolo ed economico sostenibile, uno sviluppo che può portare ricchezza e benessere sulle aree più trascurate dallo sviluppo economico; la sua diffusione valorizzerebbe l'offerta agro-eno-gastronomica dei nostri territori, e aumenterebbe la domanda commerciale dei prodotti naturali locali e dei loro derivati, creando reddito e occupazione per le aziende delle regioni mediterranee. Proprio per questo, al termine dell'evento saranno benvenuti i contributi di produttori ed imprenditori pugliesi del settore olivicolo e cerealicolo.


L'evento, il primo di una lunga serie di incontri, è destinato sia ad 80, tra medici e operatori sanitari, che adulti, bambini sani ed ammalati e vede la partecipazione di esperti della pubblica sanità, di studiosi di oncologia, obesità, e dieta mediterranea, oltre che dei ricercatori sperimentali della Dieta Mediterranea sui modelli animali di carcinogenesi del colon retto.


L'appuntamento del 23 maggio si svolge con i patrocini dell'ASL di Lecce, dell'IRCCS di Castellana Grotte, della Regione Puglia, dell'Ordine dei medici della provincia di Lecce, dell'AIOM (Associazione italiana di oncologia medica) nazionale e pugliese, del GOIM (Gruppo oncologico dell'Italia meridionale), del DREAM (UNISalento), degli infermieri (IPASVI) e dell'Associazione "La Chiave d'Argento e verrà accreditato con 6 crediti ECM.

Per iscrizioni e ulteriori informazioni consultare il sito www.eventiagora.it

In allegato, il programma dell'evento.

Torna su
LeccePrima è in caricamento