Il Barroccio ospita Hysterrae

Mercoledì 9 Settembre alle 21:00 per la rassegna "Speriamo non venga troppa gente" il Barroccio ospita HYSTERRAE.

Cinzia Marzo: voce, tamburo e flauti
Silvia Gallone: voce, percussioni, scacciapensieri, organetto diatonico, Shadi Fathi: tar, daf, Irene Lungo: voce

Lecce, V.le dell’Università

Descrizione:

Quattro tra le più autorevoli artiste della world music. Quattro Donne che cantano e suonano la loro terra, dall’Iran a Napoli, dalla Valle d’Itria al Salento, si incontrano per formare un gruppo musicale tutto al femminile che travolge l’anima, con voci polifoniche, sonorità transogene, melodie e ritmi percussivi ancestrali per far respirare un nuovo incontro che onora la musica dei popoli. HYSTERRAE, in una fusione tra greco antico e latino, significa ventre della Terra. Per ridare nella salvezza della musica la dignità alla Madre Terra. Le donne che cantano la unica Terra che unisce, che ospita, indifesa e splendida e protettrice, come un cuscino su cui trascorrere l’unica avventura vera che vuole essere onorata.
 Appuntamento dalle 21:00 presso il Barroccio di via dell'Università.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Difetto: il nuovo singolo del duo salentino Yorke

    • dal 14 al 28 febbraio 2021
  • Su Youtube il videoclip di Libera dei salentini Bundamove

    • Gratis
    • dal 9 al 28 febbraio 2021
    • YouTube
  • "L’era del cigno bianco", il nuovo album dei Salento All Stars

    • dal 2 al 28 febbraio 2021

I più visti

  • La mostra di Gianni Berengo Gardin a Otranto

    • dal 16 luglio 2020 al 20 novembre 2021
    • Castello Aragonese
  • Difetto: il nuovo singolo del duo salentino Yorke

    • dal 14 al 28 febbraio 2021
  • Laboratorio teatro e benessere

    • dal 30 settembre 2020 al 30 maggio 2021
    • Centro sociale viale Roma
  • "Scavi d'ateneo": la mostra online

    • dal 2 febbraio al 31 marzo 2021
    • Online
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    LeccePrima è in caricamento