Dal Bosforo al Salento: affinità in versi

Lecce. Sabato 4 gennaio alle ore 18:00, con ingresso libero, la sala convegni “Teatrino” dell’ex Convitto Palmieri in piazza Carducci ospita l’evento Due voci, due storie - Dal Bosforo al Salento: Affinità in versi, promosso dall’AGMI Associazione Giovani Musicisti Italiani, con la compartecipazione del Polo Biblio-Museale di Lecce, sotto gli auspici del MiBACT-Centro per il libro e la lettura, con il patrocinio della Regione Puglia – Assessorato all’industria turistica e culturale, della Provincia di Lecce, del Comune di Lecce, del CSVS, e con la partecipazione straordinaria del GMS “Padre Igino Ettorre”.

Attilio Igino Puglielli direttore artistico dell’evento, ha spiegato che “in un periodo storico in cui le relazioni diplomatiche e politiche risentono di venti impetuosi, è bene accogliere le brezze poetiche di altre voci del Mediterraneo che cantano l’amore universale e ci riconducono alla comune grecità. Radici e valori territoriali non impediscono un nuovo umanesimo transculturale, fatto di confronto umano e artistico. Ed è in questo spirito di dialogo e di apertura, che nasce l’invito rivolto a due artisti di fama internazionale, due poeti turchi le cui opere sono state recentemente tradotte in lingua italiana.”

Il programma dell'evento prevede infatti la presentazione dei libri “La mia isola” di Osman Öztürk e “Possano i nostri sogni cambiare il mondo” di Mesut Şenol. A dialogare con i due poeti, le cui opere sono state tradotte in 22 lingue, sarà l’ambasciatrice culturale di Istanbul Claudia Piccinno, di origini leccesi, poetessa, traduttrice delle due pubblicazioni e coordinatrice per l’Europa del World Festival Poetry. 

L’incontro culturale sarà aperto con i saluti di Francesca Mammana, presidente AGMI, cui seguiranno gli interventi di R. Lorena Guarascio, turcologa, e dell’artista Florisa Sciannamea, che esporrà alcuni suoi lavori. Alcune poesie saranno declamate dalla voce recitante dell’attore Gino Cesaria, accompagnato al pianoforte da Daniele Cervellera, in un incontro tra parole, musica e recitazione.

La serata si concluderà con canti tradizionali natalizi interpretati dal Gruppo Madrigalistico Salentino “Padre Igino Ettorre”, diretto da Tina Patavia; seguirà un momento di gioco e di convivialità, durante il quale verranno messi in palio mediante un’estrazione i libri degli autori e una litografia della pittrice Sciannamea, impreziosita da un tocco di originalità.

Progettazione, organizzazione e gestione dell’evento sono a cura di Daniele Puglielli.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Come un matto, singolo d'esordio del duo salentino Yorker

    • dal 12 al 30 novembre 2020
  • “Ripartire con te” del cantautore salentino Stefano Scorrano

    • dal 20 al 30 novembre 2020
  • "La Giostra", il nuovo disco dei pugliesi Kërkim

    • dal 24 ottobre al 31 dicembre 2020

I più visti

  • La mostra di Gianni Berengo Gardin a Otranto

    • dal 16 luglio 2020 al 20 novembre 2021
    • Castello Aragonese
  • Venerdì Siria: sapori e profumi vegan dal Medio Oriente

    • dal 18 dicembre 2019 al 18 dicembre 2020
    • Agricola Samadhi
  • “Progettando il territorio”: cronache del Collegio dei Geometri

    • dal 4 al 30 novembre 2020
  • Inaugurazione della mostra Home Landscape di Level project

    • dal 24 ottobre 2020 al 10 gennaio 2021
    • ex chiesa di San Francesco della Scarpa
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    LeccePrima è in caricamento