Concerti

Festival del XVIII secolo

Ritornano i tanto attesi appuntamenti del Festival del XVIII Secolo, giunto alla settima edizione ed ormai un appuntamento molto seguito nelle varie città in cui ha sede: Lecce, Brindisi, Roma, Treviso, ma anche Nardò, Maglie e Tricase

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

FESTIVAL DEL XVIII SECOLO

SETTIMA EDIZIONE

Serie autunnale

Ritornano i tanto attesi appuntamenti del Festival del XVIII Secolo, giunto alla settima edizione ed ormai un appuntamento molto seguito nelle varie città in cui ha sede: Lecce, Brindisi, Roma, Treviso, ma anche Nardò, Maglie e Tricase.

Il Festival, ideato da Corrado de Bernart, e da lui coordinato con Maria Eugenia Congedo, è organizzato dall'A.R.A.M. - Associazione Romana Amici della Musica e dal Conservatorio "Schipa" di Lecce in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Lecce e l'associazione Nireo, oltre che con vari partner in altre città ed in collaborazione con enti ed associazioni prestigiose.

La rassegna di quest'anno, come di consueto suddivisa in parte primaverile ed autunnale, si intitola "Vizi e virtù del secolo dei lumi " e si ripropone di condurre gli spettatori alla scoperta degli aspetti più contrastanti della società, dell'arte e della musica del Settecento con uno sguardo anche ad altri periodi. Sarà una sorta di percorso tra bene e male nell'arte e nella storia, alla ricerca dell'intrigante mondo dei "vizi" o piuttosto di quello ascetico delle "virtù" nella società e nella culturasettecentesca.
L'inaugurazione della rassegna autunnale sarà dunque domenica prossima, 12 ottobre, alle 19.30 presso l'Open Space di Piazza Sant'Oronzo. "Luminosa nigredo: suggestioni e percorsi musicali nella pittura di Goya" è il titolo della conferenza a cura della storica dell'arte Mariella Agostinacchio e del critico musicale Eraldo Martucci.

Luci ed ombre di un travaglio creativo e sensibile che rende Goya un traghettatore insuperabile di istanze moderne ed individuali nella concezione del fare arte. Alternate alle immagini l'ascolto delle musiche a lui "legate", ad iniziare da quelle composte da Boccherini, per arrivare al Novecento di Granados e Castelnuovo - Tedesco.

Ingresso libero

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LeccePrima è in caricamento