Mercoledì, 16 Giugno 2021
Concerti

Grande musica al "Salvemini" in memoria delle vittime di Parigi

Sabato appassionati e non, potranno partecipare ad una lezione concerto sul pianoforte e la letteratura pianistica tenuta dal Maestro Luca Palladino

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

L’istituto Salvemini di Alessano apre le porte alla grande musica.

Sabato appassionati e non, potranno partecipare ad una lezione concerto sul pianoforte e la letteratura pianistica tenuta dal Maestro Luca Palladino.

L’iniziativa che sarà dedicata interamente alle vittime della strage di Parigi, rientra nella programmazione della Camerata Musicale Salentina e si svolgerà grazie alla partnership con l’Associazione di Alta Cultura Musicale “W.A. Mozart” di Tricase.

“La Camerata è da sempre sensibile allo svolgimento di attività volte alla divulgazione della musica negli ambienti di cultura ed in particolare nelle scuole”, dichiara il presidente dell’associazione “Mozart”, il maestro Giovanni Calabrese. “Grazie ad un accordo di collaborazione artistica si è reso possibile un decentramento di queste interessanti attività divulgative che servono essenzialmente a dire ai ragazzi che la musica e la cultura sono cosa ben diversa da quanto i mass-media pretendono di propinare quotidianamente. Sono incontri che danno  respiro culturale alle nuove generazioni e favoriscono il dialogo tra artisti e pubblico. Abbiamo scelto come location l’IISS di Alessano in virtù del legame affettivo che mi lega con questo Istituto, dato che lì ho trascorso da studente meravigliosi anni di studio. Diciamo amichevolmente che ho un “debito culturale”  verso l’Istituto e mi auguro di “compensare” con questa ed altre iniziative. Infine ringrazio la dirigente prof. ssa Chiara Vantaggiato per aver accolto con grande slancio questa bella  opportunità musicale.” La lezione-concerto fa parte del progetto “Dialoghi d’autore” nella convinzione, precisa la Dirigente, che la musica possiede un linguaggio universale, in grado di superare qualsiasi barriera e di colmare qualsiasi differenza. Insomma, aggiunge la professoressa Bisanti, un’occasione straordinaria per la scuola, oltre agli incontri con scrittori e studiosi, di offrire agli studenti emozioni, spunti di riflessione, rivisitazioni del passato, chiavi di lettura dell'oggi, proiezioni possibili sul domani e... un bonus di bellezza di cui arricchirsi sempre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grande musica al "Salvemini" in memoria delle vittime di Parigi

LeccePrima è in caricamento