"Jata": ballate d'amore dal Salento

  • Dove
    Ipogeo Bacile - Teatro Sotterraneo
    Indirizzo non disponibile
    Spongano
  • Quando
    Dal 04/01/2020 al 04/01/2020
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

 “JATA”
BALLATE D’AMORE DAL SALENTO
CANTI NARRATIVI DELLA TRADIZIONE SALENTINA
Ospite dei “I SUONI DEL SILENZIO” è Luigi Mengoli.

Si tratta di una raccolta di canti estrapolata dall'Archivio etnogra&co e musicale del Salento "Pietro Sassu", riproposti per l'elaborazione armonica di Luigi Mengoli (etnomusicologo, cantore e leader dei Menamenamò).                                       

Ogni canto descrive una storia, è fatto di immagini forti che nella loro successione vanno a disegnare una sorta di piccolo melodramma.

La cultura della tradizione musicale salentina, ormai in ostaggio alla “pizzica”, a uso e consumo degli ignari “turisti” di quanta profondità contenga le sue radici musicali.

In questo lavoro di ricerca è tornare alle radici della musicalità salentina più pura.

Luigi Mengoli in questo lavoro esprime una capacità di narrare l'amore nelle sue diverse declinazioni. Lo
fa con immagini d’icastica forza, recuperando, dell’amore, la carnalità e la densità delle passioni.

A rendere ancora più suggestiva la rappresentazione sonora è lo spazio acustico dell’Ipogeo Bacile, una
cassa armonica fatta di roccia, pietre e terra, una cattedrale laica del silenzio, BALLATE D’AMORE DEL SALENTO prende la forma di un teatro sonoro.

L’essenza del suono è nel silenzio e dal silenzio emerge a beneficio di chi ascolta in silenzio.

La direzione del suono è di Giovanni Corvaglia, entra nella musica elettroacustica, l’identità sonora di Mengoli viene ripresa e ridistribuita nello spazio attraverso vari punti di diffusione del suono, giocando con i riverberi naturali dell’ipogeo, pur mantenendo come protagonista il suono della chitarra e della voce di Luigi, questo grazie alla
collaborazione del fonico Pietro De Rinaldis che ha saputo interpretare al meglio la direzione indicata da
Corvaglia.

A rendere ancora più canti d’amore è la chitarra dieci corde “Paulino Bernabè” del 1984, Accordata 432 hz che assieme alla sua voce esprimono al meglio le ballate d'amore.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Castello di Gallipoli presenta "I martedì della Taranta"

    • dal 28 luglio al 29 settembre 2020
    • Castello
  • Posia concert a San Foca

    • dal 27 agosto al 30 settembre 2020
    • San Foca
  • Nina Balla di Claudio Prima al Castello Volante

    • 18 settembre 2020
    • Castello Volante

I più visti

  • “Clown”: la mostra di Franco Baldassarre

    • dal 20 giugno al 30 settembre 2020
    • Castello Aragonese
  • Pranzo e cena in agriturismo

    • Gratis
    • dal 20 febbraio al 31 ottobre 2020
    • agriturismo santa chiara
  • La mostra di Pietro Guida al Castello di Copertino

    • dal 14 luglio al 19 settembre 2020
    • Castello di Copertino
  • Cena in un agriturismo salentino

    • Gratis
    • dal 19 giugno al 30 settembre 2020
    • agriturismo santa chiara
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    LeccePrima è in caricamento