"Jata": ballate d'amore dal Salento

  • Dove
    Ipogeo Bacile - Teatro Sotterraneo
    Indirizzo non disponibile
    Spongano
  • Quando
    Dal 04/01/2020 al 04/01/2020
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

 “JATA”
BALLATE D’AMORE DAL SALENTO
CANTI NARRATIVI DELLA TRADIZIONE SALENTINA
Ospite dei “I SUONI DEL SILENZIO” è Luigi Mengoli.

Si tratta di una raccolta di canti estrapolata dall'Archivio etnogra&co e musicale del Salento "Pietro Sassu", riproposti per l'elaborazione armonica di Luigi Mengoli (etnomusicologo, cantore e leader dei Menamenamò).                                       

Ogni canto descrive una storia, è fatto di immagini forti che nella loro successione vanno a disegnare una sorta di piccolo melodramma.

La cultura della tradizione musicale salentina, ormai in ostaggio alla “pizzica”, a uso e consumo degli ignari “turisti” di quanta profondità contenga le sue radici musicali.

In questo lavoro di ricerca è tornare alle radici della musicalità salentina più pura.

Luigi Mengoli in questo lavoro esprime una capacità di narrare l'amore nelle sue diverse declinazioni. Lo
fa con immagini d’icastica forza, recuperando, dell’amore, la carnalità e la densità delle passioni.

A rendere ancora più suggestiva la rappresentazione sonora è lo spazio acustico dell’Ipogeo Bacile, una
cassa armonica fatta di roccia, pietre e terra, una cattedrale laica del silenzio, BALLATE D’AMORE DEL SALENTO prende la forma di un teatro sonoro.

L’essenza del suono è nel silenzio e dal silenzio emerge a beneficio di chi ascolta in silenzio.

La direzione del suono è di Giovanni Corvaglia, entra nella musica elettroacustica, l’identità sonora di Mengoli viene ripresa e ridistribuita nello spazio attraverso vari punti di diffusione del suono, giocando con i riverberi naturali dell’ipogeo, pur mantenendo come protagonista il suono della chitarra e della voce di Luigi, questo grazie alla
collaborazione del fonico Pietro De Rinaldis che ha saputo interpretare al meglio la direzione indicata da
Corvaglia.

A rendere ancora più canti d’amore è la chitarra dieci corde “Paulino Bernabè” del 1984, Accordata 432 hz che assieme alla sua voce esprimono al meglio le ballate d'amore.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Difetto: il nuovo singolo del duo salentino Yorke

    • dal 14 al 28 febbraio 2021
  • Su Youtube il videoclip di Libera dei salentini Bundamove

    • Gratis
    • dal 9 al 28 febbraio 2021
    • YouTube
  • "L’era del cigno bianco", il nuovo album dei Salento All Stars

    • dal 2 al 28 febbraio 2021

I più visti

  • La mostra di Gianni Berengo Gardin a Otranto

    • dal 16 luglio 2020 al 20 novembre 2021
    • Castello Aragonese
  • Difetto: il nuovo singolo del duo salentino Yorke

    • dal 14 al 28 febbraio 2021
  • Laboratorio teatro e benessere

    • dal 30 settembre 2020 al 30 maggio 2021
    • Centro sociale viale Roma
  • "Scavi d'ateneo": la mostra online

    • dal 2 febbraio al 31 marzo 2021
    • Online
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    LeccePrima è in caricamento