Los Angeles-Alessano: Luca Alemanno vola a casa con un carico di jazz

Concerto di presentazione del disco "I can see home from here" di Luca Alemanno. Domenica 26 gennaio 2020, h. 19,00 - Alessano - Palazzo Sangiovanni

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

“Il controllo tecnico, la precisione e la facilità che Luca possiede sul suo strumento sono impressionanti. Con la sua musica, riesce a creare nuove direzioni dove la Tradizione del Jazz diventa un trampolino”. Quando a vergare queste parole sulla copertina del disco, I can see home from here, è Herbie Hancock, leggenda vivente del Jazz, dubbi non ce ne sono. Si riferisce di certo a un astro già nato, e si chiama Luca Alemanno classe 1988, salentino del Capo di Leuca, di professione contrabbassista e compositore, cresciuto ad Alessano e maturato in giro per il mondo. Con la presentazione di I can see home from here, disco di esordio firmato Luca Alemanno, l’Associazione culturale non profit Lampus, con il patrocinio del Comune di Alessano e in collaborazione con Muse Salentine Festival, apre il 2020 proprio ad Alessano nell’unica tappa in Puglia del secondo tour promozionale del disco.

Inciso a Los Angeles nel 2019 per l’etichetta Workin’ Label con il sostegno di Puglia Sounds Records e la distribuzione I.R.D., il disco contiene 7 composizioni originali, suonate una band decisamente multinazionale: Miguel Zenon (8 Grammy Awards Nominations) al sax alto (Porto Rico), Jon Hatamiya al trombone (USA), Simon Moullier al vibrafono (Francia), Isaac Wilson al piano (USA) e Jongkuk Kim alla batteria (Corea del Sud).

La tracklist si conclude con un’interpretazione in basso solo del famoso standard jazz Stardust. Di assoluta eccellenza la formazione del concerto di Alessano, che vede: Band Leader e contrabbasso: Luca Alemanno https://www.lucaalemanno.com Pianoforte: Alessandro Lanzoni https://www.alessandrolanzoni.com Sassofoni: Gaetano Partipilo https://gaetanopartipilo.com Batteria: Francesco Ciniglio Napoletano, Francesco Ciniglio, vanta al suo attivo collaborazioni con, tra i tanti, Wynton Marsalis, Sheila Jordan, Aaron Parks, Seamus Blake, Shai Maestro, Joe Sanders, Philip Dizack, Dayna Stephens, Cyrille Aiméei. Residente a New York da 10 anni, ha ricevuto una borsa completa per la Juilliard School, e ha ottenuto l’Artist Diploma, nello scorso maggio. Il suo più recente album da leader è “Wood” (Fresh Sound New Talent 2016) con Aaron Parks e Joe Sanders, e molti altri da sideman. Appuntamento: Domenica 26 dicembre alle ore 19,00 presso la Sala della Musica di Palazzo Sangiovanni, Piazza Castello, 3.

L'ingresso libero e prenotazione obbligatoria al numero 347 5169946 o sulla pagina Facebook di Lampus. Luca in sintesi Originario di Alessano, Luca Alemanno è considerato da critici e musicisti tra i migliori musicisti jazz giovani e moderni che attualmente l'Italia ha da offrire e la storica rivista Musica Jazz lo ha inserito al terzo posto nella classifica dei migliori talenti italiani del 2019. Luca ha ricevuto il 1° premio alla giornata europea del basso 2009. All'età di 19 anni, ha ricevuto 2 borse di studio per frequentare la Berklee School of Music (Boston). Si è diplomato in contrabbasso classico presso il "Conservatorio di musica T.Schipa" (Lecce) e un secondo in basso elettrico jazz presso il "Conservatorio di musica G.Martucci" (Salerno). Nel 2016 Luca ha vinto l'audizione al rinnovato mondo “Thelonoius Monk Institute of Jazz Performance” classe 2018 a Los Angeles. L’ammissione all’istituto è durissima: 7 musicisti (uno per strumento musicale) ammessi ogni due anni e Luca è stato il primo italiano ammesso da sempre.

Il panel dei docenti è stato composto da Herbie Hancock, Wayne Shorter, Jimmy Heat, Kenny Burrell tra gli altri. In tournée, registrando ed esibendosi in tutto il mondo, attualmente fa parte di numerosi progetti, tra cui Fabrizio Bosso Quartet, Anne Ducros Quartet, Stanley Jordan Trio, Nicola Conte Jazz Combo. Un musicista con interessi diversi e una vasta gamma di abilità, Luca si è esibito (in Italia, Francia, Germania, Spagna, Portogallo, Regno Unito, Canada, Stati Uniti, Giappone, Cina, Hong Kong, Malesia, Angola, Russia, Germania, Turchia, Svezia, Danimarca, Grecia, Bielorussia, Ucraina, Kosovo, Repubblica Ceca, Ungheria, Romania, Austria, Polonia, Svizzera, Belgio, Serbia, Bulgaria, Olanda) con artisti jazz internazionali come: Dee Dee Bridgewater, Joe Lovano, Geroge Garzone, Stanley Jordan, Kenwood Dennard, Maria Schneider, Jerry Bergonzi, Mark Giuliana, Jason Lindner, Enrico Pieranunzi, Fabrizio Bosso, Flavio Boltro, Rosario Giuliani, Anne Ducros, Logan Ritchardson, Kim Plainfield, Bill O'Connel, Teppo Makynen, Magnus Lindgren, Nicola Conte tra i altri. Contatto: Paolo Insalata: paolo@lamus.it telefono: 347 5169946

I più letti
Torna su
LeccePrima è in caricamento