rotate-mobile
Martedì, 28 Giugno 2022
Concerti

"Nannarè. Ti regalo gli occhi miei", Emanuela Gabrieli canta Gabriella Ferri

L'evento avrà luogo il 26 giugno presso il Castello Volante di Corigliano d'Otranto. La cantante e attrice salentina propone un atto d’amore nei confronti dell'artista romana

CORIGLIANO D'OTRANTO - Domenica 26 giugno il Castello Volante di Corigliano d'Otranto ospita il concerto-spettacolo "Nannarè. Ti regalo gli occhi miei", omaggio di Emanuela Gabrieli a Gabriella Ferri, cuore e voce della melodia italiana. La cantante e attrice salentina, accompagnata da Stefano Scuro (chitarra) e Marco Tuma (fiati) propone, con la collaborazione artistica dell'attrice e regista Angela De Gaetano, un atto d’amore nei confronti dell'artista romana, delle sue interpretazioni e della sua voce calda, potente e graffiante. «Nella vita, come nel lavoro, è stata sempre una donna controcorrente: nel suo modo di fare, di vestire, di esprimersi, è stata sempre all’avanguardia», la ricorda suo figlio Seva Borzak Jr. Il grande Federico Fellini la definiva, invece, "un pagliaccio di razza". Il pagliaccio è una figura misteriosa: fa ridere, ma è condannato a questo e, in fondo, ha una sua tragicità. Così Gabriella Ferri con la sua voce era capace di toccare corde diverse dell’animo umano.

«L'amore che Emanuela Gabrieli prova per quest'artista è immenso. La definirei una specie di fascinazione ineluttabile, come quella che rapisce di fronte a un tripudio di luci e ombre: un mosaico danzante, la cui comprensione non è data del tutto», sottolinea Angela De Gaetano. «La presenza nel mondo di Gabriella Ferri è avvenuta per apparizioni e sottrazioni. Gabriella si sottraeva, ma al tempo stesso sembrava avere un desiderio viscerale di esprimersi, di dire "Io sono qui". Una persona fortissima e vulnerabile al tempo stesso. La sua relazione inquieta con il mondo, e con sé stessa, durante la sua vita è stata declinata in più forme espressive. In modo privilegiato, ci sono stati la parola e il canto, come due mani tese per accogliere il mondo. Abbiamo provato ad entrare nella zona luminosa e iridescente di un'artista come la Ferri, che ci ha donato davvero tanto», spiega. «Abbiamo dialogato con quel lato che la stessa Ferri ha cercato/voluto mostrare di sé al mondo. Lo abbiamo fatto immaginando di essere nell’intimità di un camerino. La nostra attenzione si è soffermata sull’immagine dell’artista mentre si prepara ad affrontare il pubblico. In quel camerino, le parole di Emanuela e i silenzi di Gabriella, insieme, fanno da contrappunto alla cosa più importante e vitale per entrambe: il canto, la musica».

Gabriella Ferri-2

Cantante e attrice salentina, laureanda in canto Pop-Rock presso il Conservatorio Tito Schipa di Lecce, Emanuela Gabrieli ha studiato canto con il soprano Maria Mazzotta e con il sopranista Angelo Manziotti, canto popolare con Lucilla Galeazzi e Elena Ledda, canto moderno con Michele Fischetti. Ha conseguito il primo livello del metodo di canto "Voicecraft". Eclettica e versatile, vanta numerose collaborazioni teatrali e musicali esibendosi con successo sia in Italia che all’estero nei festival più prestigiosi. Collabora come cantante e attrice con il regista Luciano Melchionna in “Dignita autonome di prostituzione” e in “Nella: ricordi e canzoni di prostitute libere ed oneste". Ha lavorato come cantante e attrice per il Teatro stabile d’Innovazione Koreja con gli spettacoli “La passione delle troiane”, “Molto rumore per nulla”, “L’opera da tre soldi”. Ha collaborato con l’etoile pugliese Toni Candeloro in numerose produzioni tra cui “La boutique Fantasque” con il Maestro Rino Marrone, “Farinelli Arcano in-canto” con il sopranista Angelo Manziotti e “Morso Reale”. Ha fondato il gruppo polivocale d’innovazione "Triace" con il quale ha all’attivo due produzioni discografiche, l’ultima “Incanti e tradimenti” prodotto dalla rinomata voce sarda Elena Ledda. Dal 2004 al 2009 voce solista dell’Orchestra "La Notte della Taranta". Ha all’attivo numerosi progetti musicali e teatrali. Ha ricevuto il premio come miglior cantante attrice del Salento conferitogli dal comune di Taviano e la cittadinanza onoraria dell’unione dei Comuni della Grecìa Salentina. Al cinema ha collaborato con Ferzan Ozpetek (“Mine Vaganti”), Marco Risi (“Cha Cha Cha”), Marina de Van (“Non ti voltare”), Giorgia Farina (“Ho ucciso Napoleone”) e altri registi. Insegna canto e conduce laboratori musicali e teatrali. Organizza eventi culturali e musicali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Nannarè. Ti regalo gli occhi miei", Emanuela Gabrieli canta Gabriella Ferri

LeccePrima è in caricamento