Giorgia Santoro, Pat Battstone e Daniela Chionna a Lucugnano e Lecce

  • Dove
    Fondo Verri
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 19/10/2019 al 20/10/2019
    21:30
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

Sabato 19 ottobre (ore 20:30 - ingresso con prenotazione 3804580810 - 328422466), nelle sale di Palazzo Comi a Lucugnano, e domenica 20 ottobre (ore 20:15 - ingresso con prenotazione 0832304522), al Fondo Verri di Lecce, doppio appuntamento di presentazione di "Dream Notes".

Le undici composizioni originali del nuovo album - pubblicato da Leo Records - del pianista e improvvisatore statunitense Pat Battstone e della flautista salentina Giorgia Santoro sono ispirate da “Appunti onirici”, opere pittoriche dell'artista Daniela Chionna. “Dream Notes” è la raccolta di appunti di un viaggio fatto in una foresta che abita il sogno; una rivelazione, un cammino incantato. A far traccia, insieme, il piano, il flauto e i suoni degli animali selvatici.

«L'idea di riprodurre musica per le opere d'arte di Daniela è iniziata nell'estate del 2017. Grazie alla collaborazione con Giorgia, a partire dalle sessioni di “The new destination”, è stato impostato il progetto», ricorda Battstone. «I nostri incontri successivi hanno ulteriormente rafforzato la nostra intesa musicale: domande e risposte, cambiamento e adattamento, coesione emotiva e una profonda familiarità con la direzione dell'altro. I risultati sono una perfetta "sintonia", una sincronia sempre in armonia ed emotivamente connessa. Questo lavoro è il risultato della coltivazione e maturazione della visione condivisa tra Giorgia, Daniela e me». Un viaggio musicale tra e con le opere dell'artista. «Quando ascolto questa musica, il mio sguardo interiore si apre a nuovi scenari. È un viaggio attraverso territori sconosciuti, ma intriso di ricordi lontani nel tempo», sottolinea l'artista Daniela Chionna.

Giorgia Santoro si è laureata con il massimo dei voti in Flauto e Jazz. Successivamente si è specializzata in Piccolo, in Musica Jazz, in Didattica dello Strumento e come solista per flauto. Ha frequentato numerosi corsi di perfezionamento in Italia e all'estero: per flauto con i Maestri Angelo Persichilli, Monica Berni, Antonio Amenduni, Gabriele Gallotta, Stefano Parrino e altri; per piccolo con i Maestri Nicola Mazzanti, Giuseppe Contaldo e per improvvisazione jazz con i Maestri Giorgio Gaslini, Nicola Stilo, Sante Palumbo, Stefano Battaglia, Paolo Damiani, Maurizio Giammarco, Butch Morris, Joelle Leandre, Marcus Stockhausen, Eugenio Colombo, William Parker , Kent Carter, Steve Potts, Greg Burk e altri. Ha vinto numerosi prestigiosi concorsi nazionali e internazionali: per l'Orchestra della Magna Grecia, per l'Orchestra Giovanile della Puglia e per l'Orchestra I.C.O. “T. Schipa ”di Lecce, con cui collabora dal 2001. Ha ricevuto borse di studio presso il Berklee College of Music, il Master Jazz tenuto dal M ° Giorgio Gaslini e per il corso di Improvvisazione condotto dal M ° Butch Morris al Roccella Jonica Jazz Festival. Ha lavorato con i compositori Giorgio Gaslini, Alessandro Solbiati, Marco Betta, Michele Dall'Ongaro, Raffaele Bellafronte, Salvatore Sciarrino, Luis De Pablo, Roberto Beccaceci, Kaija Saariaho, Emanuele Casale, Francesco Feledei, Geoffroy Drouin, Sylvano Bussotti, Karola Obermuller , Curt Cacioppo, Ivan Fedele e David Lang. È stata scelta dal regista Ferzan Ozpetek come attrice per il film "Mine Vaganti"; e inoltre ha suonato nella colonna sonora dei film “Nuovomondo” e “Balkan Bazar”. Si esibisce spesso in concerti in Italia e all'estero come solista, in orchestre e in vari gruppi da camera. È co-fondatrice degli ensemble "Tran (ce) formazione Quartet" (con cui ha registrato due cd: Ingresso nel 2011 e Nautilus nel 2014), "La Cantiga de la Serena" (La Serena - Workin' label, 2016 e La Fortuna - Dodicilune, 2019 ), “Déjà vu” e “Flatus Vocis”. Dal 2018 collabora con Pat Battstone (L'ultimo taxi: nuove destinazioni e Appunti Onirici). Oltre ad essere una performer, è anche professoressa di flauto al Conservatorio di Monopoli.

Patrick Battstone ha iniziato a suonare musica professionalmente all'età di 14 anni, suonando in varie band rock, blues e R&B nel sud dell'Ohio. Quando aveva 18 anni, aveva ricevuto lezioni da Stan Kenton e Gary Burton, era stato mentore da Oscar Treadwell (Oska T) e aveva suonato con i sidemen di registrazione di James Brown e con i membri del musical "Hair". Nel 1973, ha frequentato il Berklee College of Music e subito dopo è diventato uno studente sia della signora Chaloff che di Charlie Banacos. Una delle sue band, che presentava Grover Mooney, amico della città natale, aprì il leggendario 1369 Club a Cambridge nel 1975. Durante gli anni 80, Patrick studiò le opere di Scriabin sotto il famoso Serge Conus. Nel 1986, è tornato al jazz, studiando con Joanne Brackeen per un periodo di 6 anni. Negli ultimi dieci anni ha goduto dell'amicizia e del tutoraggio di Paul Bley e Marilyn Crispell. È fluido in entrambe le apparizioni da solista e in importanti ensemble; sia in ambiente acustico che elettrico. I suoi ultimi 9 CD - Mystic Nights, The Last Taxi, Beyond the Horizon, From Dream to Dream, Rylesonable, Elements, In Transit, Travelling Light e New Destinations - hanno tutti avuto ottime recensioni e sono entrati nella metà degli adolescenti Classifiche jazz CMJ per un numero di settimane. Le sue ultime avventure sono state in collaborazione con i circoli musicali in Puglia, Italia. Ha registrato e prodotto 7 CD con musicisti e cantanti italiani dal 2016. È apparso con Gianna Montecalvo, Cinzia Eramo, Giorgia Santoro, Adolfo La Volpe, Francesco Massaro, Francesco Cusa, Giorgio Vendola, Camillo Pace, Nico Catacchio, Chris Rathbun, Marialuisa Capurso, tra gli altri. Fin dal suo arrivo in Italia, ha suonato al Jonio Jazz Festival, al Gela Jazz Festival, all'International Jazz Day (Siracusa) e al Jazzit Festival (Andria).

Daniela Chionna si occupa di design e arte contemporanea dal 1989, ha approfondito e sperimentato, direttamente nelle botteghe artigiane e nelle officine del design, tecniche di lavorazione dei materiali con cui opera realizzando mobili scultura dalla forte valenza evocativa. Aria, Fuoco, Terra, Acqua si fanno materia funzionale; Arte da vivere. La collezione Mobili Evocativi fu presentata per la prima volta in occasione dello Spoleto Festival del 1995. Nel 2002 crea Quadri e Contenitori di Luce, strutture polimateriche luminose di ispirazione astrattista, progetto selezionato per il Salone Satellite 2002 in occasione del Salone Internazionale del Mobile di Milano, suscitando un notevole interesse da parte dei media nazionali e internazionali; un mix tra pittura e scultura dove la luce consegna l’intera opera a una nuova dimensione. Il suo modus operandi, sempre fluttuante tra rigore geometrico, gestualità e funzione, rivelano uno studio filosofico e pratico centrato non solo sull’opera ma anche sulla relazione che intercorre tra la stessa e lo spazio che la contiene. Dal 2013 intraprende un percorso dove la luce è intesa solo come elemento tecnologico aggiunto, lasciando spazio a una ricerca prevalentemente pittorica con saltuarie incursioni nella scultura e l’installazione. L’intento dell’artista non è più quello di rappresentare “qualcosa” ma lasciare che attraverso l’opera “qualcosa” si manifesti. Le superfici materiche dai colori essenziali e profondi, a volte disturbate da un segno libero o geometrico, diventano i non luoghi o luoghi della creazione; una riflessione sul campo quantico e le infinite energie che lo pervadono, dove mai è trascurata la dimensione onirica – simbolica sempre tesa ai differenti livelli di trasfigurazione astratta. Daniela Chionna lavora nella sua casa atelier, ha collezionisti in Europa, Stati Uniti, Africa, Giappone; collabora con architetti, curatori, scenografi, musicisti.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Fausto Leali al teatro Apollo

    • 16 novembre 2019
    • Teatro Apollo
  • "Il più bel fiore" di Luca Tarantino

    • 17 novembre 2019
    • Officine Culturali Ergot
  • Cantautori a tavola: la nuova rassegna all'Art&Lab Lu Mbroia

    • dal 15 novembre 2019 al 25 gennaio 2020
    • Associazione Art&Lab Lu Mbroia

I più visti

  • Salento on stage: danza

    • Gratis
    • dal 8 ottobre al 25 novembre 2019
    • Gold’s Gym di Carlo Parisi
  • Santu Martinu a Casa Cupertinum

    • 16 novembre 2019
    • Cupertinum
  • Mino De Santis in concerto a Ruffano

    • 17 novembre 2019
    • Sala Teatro Renata Fonte
  • Corso di pasticceria base con lo chef Luca Chiriacò

    • fino a domani
    • dal 22 ottobre al 12 novembre 2019
    • Agenzia Formativa Ulisse
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    LeccePrima è in caricamento