rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Dalle 22 del 4 agosto / Melendugno

Dai suoni della natura ai ritmi urbani: il concerto speciale di Max Casacci

Appuntamento allo storico Babilonia di Torre Sant'Andrea con il musicista e produttore torinese che per l'occasione ha ideato un'evoluzione del progetto Earthphonia

TORRE SANT'ANDREA (Melendugno) - Per la serata in programma giovedì 4 agosto al Babilonia, a Torre Sant'Andrea, Max Casacci ha ideato un concerto speciale. Lo storico locale della costa adriatica è del resto uno dei luoghi del cuore per il musicista e produttore torinese che non vuole lasciare sfuggirsi l'occasione di lasciare ancora una volta il segno nell'estate salentina.

Dalle 22 circa - con ingresso gratuito - la piazza del borgo marino ballerà partendo dal ritmo degli ambienti sonori naturali, senza alcun riferimento a strumenti musicali, né acustici né elettronici, per arrivare agli elementi sonori del paesaggio urbano. Ed è in questo secondo passaggio l'elemento di novità, l'evoluzione rispetto al progetto cui Casacci lavora da tempo e che ha preso corpo nel tour di Earthphonia “I suoni della Terra”, che è in pieno svolgimento. 

Video: The Queen (i suoni delle api)

Il concerto speciale prevede, oltre al flusso vorticoso creato con i suoni degli elementi naturali - acqua, pietre, lupi, vulcani  -, l'inserimento dei rumori del paesaggio urbano, trasformati in musica: clacson, frenate di biciclette, segnali acustici ma anche suoni dello sport, fino alla voce di Monica Bellucci, usata per simulare una batteria, una bass line e un riff implacabile. Il visual artist Akasha accompagnerà il concerto con le sue immagini processate. 

Video: Anita official videoclip (con Monica Bellucci)

Insomma, nell'ambito del dichiarato impegno per la battaglia in difesa della natura, Max Casacci ha pensato un live speciale con un'appendice tutta rivolta alla dance-floor, anticipando così in qualche modo il secondo capitolo della saga sonora di Earthphonia: “Ho immaginato il mare e la sfinge di Torre sant’Andrea a fare da sfondo allo schermo delle immagini della natura - ha spiegato il musicista -, ma poi ho anche immaginato di vedere la piazza del paesino ballare al ritmo deivsuoni delle città, e non vedo l’ora di godermi quello che succederà il 4 agosto di fronte al Babilonia”.

                                                           

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dai suoni della natura ai ritmi urbani: il concerto speciale di Max Casacci

LeccePrima è in caricamento