Domenica, 25 Luglio 2021
Concerti

Sorpresa al Concertone: Giuliano Sangiorgi nel video de “Lu rusciu de lu mare”

Tra la prima e la seconda parte del concerto di Melpignano la proiezione del videoclip del brano realizzato dal Locomotive Quartet di Raffaele Casarano e prodotto da Paolo Fresu. Un brano simbolo della tradizione per la prima volta in chiave jazz

Una foto dal backstage del video.

MELPIGNANO – Giuliano Sangiorgi sul palco di Melpignano, ma in video. Il 24 agosto, infatti, tra la prima e la seconda parte del concerto de La Notte della Taranta verrà proiettata la clip di “Lu rusciu de lu mare”,  brano realizzato dal Locomotive Quartet di Raffaele Casarano con la partecipazione straordinaria del leader dei Negramaro.

Per la prima volta uno dei pezzi più rappresentativi della tradizione popolare salentina sarà interpretato in chiave jazzi e per la prima volta Sangiorgi incide una canzone nel dialetto della sua terra. I due artisti sono amici da tempo: Casarano è stato ospite dei Negramaro nei due indimenticabili concerti di Roma e Milano, quest’estate, mentre Sangiorgi ha suonato la chitarra nel disco “Argento” ed ha partecipato al Locomotive Jazz Festival nel 2012

Il videoclip di “Lu rusciu de lu mare” realizzato dal Locomotive Quartet del sassofonista pugliese Raffaele Casarano con la partecipazione straordinaria di Giuliano Sangiorgi, leader dei Negramaro, alla voce  verrà presentato in anteprima in apertura del concertone finale del Festival della Notte della Taranta, sabato 24 agosto a Melpignano (Le).

Un evento nell’evento più importante e atteso dell’estate mediterranea, un palcoscenico prestigioso per lanciare un lavoro ricco di prime volte: la prima volta di una versione in chiave jazz di uno dei pezzi più conosciuti e simbolici della tradizione popolare salentina, appunto “Lu rusciu de lu mare”, e la prima volta di Sangiorgi che incide una canzone interpretandola nel dialetto della sua terra.

Il videoclip della canzone – che è una struggente ballata sull’amore impossibile fra la figlia di un re ed un giovane soldato – è stato girato on the road per la Puglia, fra Santa Maria di Leuca e il Gargano, ed è diretto dal regista salentino Tiziano Russo.  “Rappresenta la visione di un Sud contadino –  ha spiegato Casarano – antico e moderno al contempo, fatto di storie, volti e colori di una terra bruciata dal sole. Un racconto di vita, di un mare che prende e che dà e di una terra votata all‘accoglienza ma che troppe volte ha dovuto lasciar partire i suoi figli, ieri come oggi. Da qui si parte per conoscere il mondo, ma qui si arriva dopo aver viaggiato per il mondo”.

“È un onore aver prodotto con la mia Tuk Music -  ha dichiarato il produttore Paolo Fresu - il video de Lu rusciu de lu mare con Raffaele Casarano e Giuliano Sangiorgi, ai quali sono legato da profonda stima e amicizia. I volti, i cieli e i colori della Puglia sono gli stessi della Sardegna. Stesse nuvole e stessi muri a secco che raccontano apertura e non chiusura. Poesia, vita e passione che ci legano ormai indissolubilmente grazie all'amore per i suoni capaci di raccontare il mondo”.

“Il video de "Lu rusciu de lu mare" – ha concluso il regista Tiziano Russo - vuole raccontare la Puglia e i pugliesi con un romanzo quasi fiabesco. L'uomo, la natura e la storia della Puglia si incontrano perfettamente, esaltando la bellezza e l'incanto di una terra da difendere”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpresa al Concertone: Giuliano Sangiorgi nel video de “Lu rusciu de lu mare”

LeccePrima è in caricamento