Sabato, 24 Luglio 2021
Eventi

Notte della Taranta, vigilia del concerto: attesi in migliaia alle prove generali

Presentata la XVI edizione. Negli ultimi anni sono sempre più numerosi gli appassionati e i curiosi che si recano a Melpignano per assistere alle prove. A Giovanni Sollima il compito di stupire anche in tempi di austerity

Il palco, edizione 2013.

MELPIGNANO – Se per i salentini la Festa te lu mieru di Carpignano Salentino rappresenta da una trentina d’anni la fine della stagione estiva, la sbornia dell’esuberanza vacanziera, per migliaia di turisti sarà la Notte della Taranta a suggellare l’estate 2013.  La manifestazione, giunta alla sua XVI edizione, è stata presentata questa mattina, nell’ex convento degli Agostiniani, a Melpignano.

Oramai è quasi tutto pronto e sul palco che domina l’ampio piazzale le postazioni per i componenti dell’orchestra, che quest’anno sarà diretta da Giovanni Sollima, sono già pronte. Questa sera, del resto, sono in programma le prove generali che, già da qualche edizione, attirano qualche migliaio di persone.

La scelta di chiamare come ospiti Niccolò Fabi, Max Gazzè e la salentina Emma Marrone – cioè tre protagonisti di grosso calibro della musica leggera italiana – dovrebbe invece garantire per domani il consueto assalto di giovani, ma non solo. E figure intriganti come lo spagnolo Miguel Angel Bernà e l’ungherese Roby Lakatos, sconosciute se non agli appassionati di danza e di violino, potrebbero dare al concerto quell’ingrediente di imprevedibilità di cui una manifestazione sperimentale per statuto ha sempre bisogno. Nella prima parte della lunga serata si esibirà anche la formazione Tarantapower guidata da Eugenio Bennato oltre ai Menamenamò e al Canzoniere Grecanico Salentino

(Scarica la biografieArtisti)

Le impressioni della vigilia sono incoraggianti: Sollima pare abbia ridestato un certo entusiasmo nell’orchestra popolare, piuttosto disorientata lo scorso anno per la brevità del periodo di prove e forse anche schiacciata dal carisma di Goran Bregovic. Certo, sembrano lontani i concertoni (in tutti i sensi) di Ludovico Einaudi (2010-2011), tanto per non andare troppo indietro nel tempo, e non è solo questione di budget. A proposito, il presidente della Fondazione La Notte della Taranta, Massimo Manera, ha dichiarato che per il buffet (a cura di Eataly) per gli ospiti con invito, allestito alle spalle dell’ex convento, è previsto un contributo volontario.

IMG_0096-2Stesso discorso per coloro che si recheranno in auto o che vorranno acquistare il braccialetto ufficiale della manifestazione: in questo modo la fondazione intende avviare le basi di un percorso partecipato per la programmazione della prossima edizione, quella del 2014. L'evento avrà, come al solito, una copertura mediatica notevole: dalle 19.30 partirà la diretta in streaming sul sito della fondazione e su quelli di testate d'informazione nazionali e locali mentre dalle ore 22.45 il Concertone sarà trasmesso anche in diretta televisiva su Cielo (Digitale terrestre canale 26, Sky canale 126 e TivuSat canale 19) e in diretta radifonica su Rai Radio3 Suite. Alla conferenza stampa hanno partecipato il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, il presidente della Provincia, Antonio Gabellone, il sindaco di Melpignano, Ivan Stomeo, il maestro concertatore Giovanni Sollima e il direttore artistico dell’evento, Sandro Cappelletto. 

A margine della presentazione è stata premiata con il premio Cubomusica Enza Pagliara, inteprete di grande spessore artistico della tradizione popolare salentina e voce tra le più affascinanti del panorama musicale femminile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Notte della Taranta, vigilia del concerto: attesi in migliaia alle prove generali

LeccePrima è in caricamento