Dialoghi sulle nuove frontiere dell’archeologia nel Salento tra scacchi e scavi

L’appuntamento è per martedì 7 maggio, presso il Museo storico-archeologico. Prenderanno la parola i docenti Lucinia Speciale e Paul Raymond Arthur

Uno dei reperti rinvenuti dagli archeologi leccesi.

LECCE – “Il passato per il futuro. Dialoghi sulle nuove frontiere dell’archeologia con i docente dell’Università del Salento”. Questo il nome di un incontro previsto per martedì 7 maggio, dalle 17, presso il Musa di Lecce, il Museo storico-archeologico dell’Università del Salento: relazioneranno Lucinia Speciale e Paul Raymond Arthur, docenti presso il Dipartimento di Beni culturali. Lucinia Speciale, associata di Storia dell’Arte medioevale, relazionerà sul tema “Giocare alla guerra. Gli scacchi tra realtà e rappresentazione” offrendo un breve profilo della storia degli scacchi, il più noto dei giochi da tavolo in uso nel Medioevo.

 Nato come un gioco di strategia tra l’India e la Persia, lo shatrani sarebbe pervenuto nell’area mediterranea attraverso gli Arabi, che avrebbero definitivamente fissato regole e forma dei pezzi da gioco per poi giungere in Europa intorno alla metà del decimo secolo.  A questo periodo risale un interessante reperto: gli scacchi ritrovati negli anni Trenta del Novecento all’interno di una sepoltura della necropoli romana di Venafro, in Molise. Giudicato a lungo un clamoroso falso storico e restituito agli studi solo di recente grazie a un’analisi al radiocarbonio, il set di Venafro è attualmente ritenuto il più antico ritrovamento europeo.

Paul Raymond Arthur, ordinario di Archeologia medievale e direttore della scuola di Specializzazione in Beni archeologici, parlerà poi di “Il Castello e le mura di Carlo V a Lecce” illustrando i principali risultati ottenuti dalle indagini sul castello e sulle mura urbiche della città. Questi due importanti progetti di scavo, diretti dalla cattedra di Archeologia medievale, hanno contribuito alla conoscenza della storia e della topografia di Lecce in età medioevale e moderna e hanno fornito elementi per una migliore fruizione turistico-culturale della città. L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti: consigliata la prenotazione al numero 0832294253 o inviando un’e-mail all’indirizzo: infomusa@unisalento.it

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento