menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Di Massimo Pasca.

Di Massimo Pasca.

Anno Pasoliniano: mostra performance "Corpus tra Terra e Cielo" del collettivo Derive

L’iniziativa, la prima di una serie in programma in vari luoghi della città, rimette al centro l’arte pasoliniana in tutte le sue declinazioni. La presentazione avrà luogo presso il circolo Arci Zei il 18 dicembre alle 21.30

LECCE - Il collettivo di artisti “Derive”, in collaborazione con l’Università del Salento, nell’ambito delle manifestazioni dell’Anno Pasoliniano, venerdì 18 dicembre presso il circolo Arci Zei presenta “Corpus tra Terra e Cielo”: mostra performance per voce, live painting, insegni-visioni, suoni.

L’iniziativa, la prima di una serie in programma in vari luoghi della città, rimette al centro l’arte pasoliniana in tutte le sue declinazioni.  Il progetto “Corpus tra terra e cielo”, ideato dal collettivo artistico Derive, è una ricerca sull'attualità dell'opera poetica e cinematografica di Pasolini, un progetto multidisciplinare di allestimento e valorizzazione di luoghi del patrimonio archeologico industriale e culturale in Puglia, una mostra-performace che nasce dall'interpolazione di linguaggi, sovrapposizione di quesiti e ricerche artistiche, un corpus di materiali originali dedicato a uno dei più grandi poeti ed intellettuali che l'Italia abbia avuto dal dopo guerra.

L’appuntamento di venerdì è dedicato al film “La Rabbia” di Pier Paolo Pasolini. In programma interventi di Simone Franco (voci ed azioni); Angelo Urso (suoni e contrabbasso); Andrea Buttazzo (installazioni e sculture); Giuseppe Apollonio e Oronzo De Stradis (opere pittoriche), Massimo Pasca (live painting) ; Be Project (video-visioni).

Come ebbe modo di spiegare lo stesso Pasolini “i documenti sono presi da cinegiornali e da cortometraggi e montati in modo da seguire una linea, cronologico-ideale, il cui significato è un atto di indignazione contro l'irrealtà del mondo borghese e la sua conseguente irresponsabilità storica. Per documentare la presenza di un mondo che, al contrario del mondo borghese, possiede profondamente la realtà. La realtà, ossia un vero amore per la tradizione che solo la rivoluzione può dare".

La presentazione avrà luogo presso il circolo Arci Zei il 18 dicembre alle 21,30.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Salento da zona gialla: 81 nuovi casi ogni 100mila abitanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento