Non solo calcio: tornano i “Cortili aperti” e la Provincia apre lo “Scarambone”

Domenica la 20esima edizione della manifestazione che apre ai visitatori i palazzi nobiliari del centro storico di Lecce. Si potrà accedere anche al chiostro ottocentesco e al piano terra dell'istituto annesso all'ex Convitto Palmieri

Una foto dell'edizione dello scorso anno.

LECCE – Domenica si alza il sipario sulla 20esima edizione di “Cortili aperti”. Dalle 9.30 alle 13 e dalle 16 alle 21.30 i portoni dei palazzi nobiliari del centro storico di Lecce si apriranno per consentire la libera entrata dei visitatori.

La manifestazione è organizzata, come di consueto, dall’Associazione dimore storiche italiane. Il presidente Giuseppe Seracco Guerrieri, in conferenza stampa, ha dichiarato: “Sono particolarmente orgoglioso del fatto che questo evento sia diventato un punto di riferimento per i cittadini e i turisti che affollano la città”.

(Elenco dei palazzi_storici)

L’assessore al Turismo del Comune di Lecce, Luigi Coclite, ha aggiunto: “Pur tra tante difficoltà economiche anche quest’anno riusciamo a presentare alla città e ai turisti un ricco programma che coinvolge Anche l’Accademia di Belle Arti, dove i bambini avranno la possibilità di disegnare la città vista con i loro occhi”.

(Leggi il programma_2014)

Proprio in occasione della manifestazione, la Provincia di Lecce, che ha un ruolo collaterale con la mostra di artigianato d’eccellenza a San Fracensco della Scarpa, ha deciso l’apertura straordinaria e in anteprima del chiostro ottocentesco e dell’intero piano terra dell’ex istituto “Scarambone”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Il restauro – ha commentato la vice presidente della Provincia di Lecce, Simona Manca - fa parte del progetto più ampio che riguarda l’intero complesso che comprende l’ex Convitto Palmieri e l’ex Chiesa di San Francesco della Scarpa. Un intervento imponente, in fase di ultimazione, finanziato con 8 milioni di euro provenienti dai fondi 'Poin - Attrattoriculturali', e con cui la Provincia di Lecce punta a trasformare l’intero complesso architettonico in un grande centro culturale al servizio della città di Lecce e del territorio, realizzando una grande ‘piazza delle culture’, un luogo di incontro e di animazione urbana”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento