Giovedì, 28 Ottobre 2021
Eventi

Non solo calcio: tornano i “Cortili aperti” e la Provincia apre lo “Scarambone”

Domenica la 20esima edizione della manifestazione che apre ai visitatori i palazzi nobiliari del centro storico di Lecce. Si potrà accedere anche al chiostro ottocentesco e al piano terra dell'istituto annesso all'ex Convitto Palmieri

LECCE – Domenica si alza il sipario sulla 20esima edizione di “Cortili aperti”. Dalle 9.30 alle 13 e dalle 16 alle 21.30 i portoni dei palazzi nobiliari del centro storico di Lecce si apriranno per consentire la libera entrata dei visitatori.

La manifestazione è organizzata, come di consueto, dall’Associazione dimore storiche italiane. Il presidente Giuseppe Seracco Guerrieri, in conferenza stampa, ha dichiarato: “Sono particolarmente orgoglioso del fatto che questo evento sia diventato un punto di riferimento per i cittadini e i turisti che affollano la città”.

(Elenco dei palazzi_storici)

L’assessore al Turismo del Comune di Lecce, Luigi Coclite, ha aggiunto: “Pur tra tante difficoltà economiche anche quest’anno riusciamo a presentare alla città e ai turisti un ricco programma che coinvolge Anche l’Accademia di Belle Arti, dove i bambini avranno la possibilità di disegnare la città vista con i loro occhi”.

(Leggi il programma_2014)

Proprio in occasione della manifestazione, la Provincia di Lecce, che ha un ruolo collaterale con la mostra di artigianato d’eccellenza a San Fracensco della Scarpa, ha deciso l’apertura straordinaria e in anteprima del chiostro ottocentesco e dell’intero piano terra dell’ex istituto “Scarambone”.

“Il restauro – ha commentato la vice presidente della Provincia di Lecce, Simona Manca - fa parte del progetto più ampio che riguarda l’intero complesso che comprende l’ex Convitto Palmieri e l’ex Chiesa di San Francesco della Scarpa. Un intervento imponente, in fase di ultimazione, finanziato con 8 milioni di euro provenienti dai fondi 'Poin - Attrattoriculturali', e con cui la Provincia di Lecce punta a trasformare l’intero complesso architettonico in un grande centro culturale al servizio della città di Lecce e del territorio, realizzando una grande ‘piazza delle culture’, un luogo di incontro e di animazione urbana”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non solo calcio: tornano i “Cortili aperti” e la Provincia apre lo “Scarambone”

LeccePrima è in caricamento