rotate-mobile
Eventi

L’artista salentina Cristiana Verardo tra i vincitori di Musicultura 2023

La cantautrice, unica pugliese in gara, col brano “Ho finito le canzoni”, è tra quanti si sono aggiudicati l’edizione annuale del premio che dal 1990 scopre e valorizza giovani talenti del mondo musicale

SURANO - La cantautrice e chitarrista salentina Cristiana Verardo è tra i vincitori della trentaquattresima edizione di Musicultura, il concorso che dal 1990 scopre, premia e valorizza giovani artisti in grado di contribuire all’evoluzione stilistica e al ricambio generazionale della canzone italiana di qualità. La serata finale si terrà a Macerata nei giorni 23 e 24 giugno. 

“Ho finito le canzoni”, prodotta da Filippo Bubbico, è stata scritta con Carolina Bubbico e Daniele Vitali. Una ballad acustica, dove le chitarre risuonano insieme a basso e batteria, in un sound che unisce canzone d’autore al pop, mentre la voce di Cristiana racconta della sofferenza che provoca la fine di un amore, in bilico tra resa e riscatto.

“Sono arrivata in fondo ad un percorso che all’inizio guardavo come si guardano le cime delle montagne, poi sono pigra, le cime delle montagne per me sono qualcosa di improbabile – dice Cristiana Verardo. E invece. Musicultura arriva come un coronamento alla fatica e alle rivoluzioni interiori e artistiche che ho vissuto e mi offrirà l’opportunità di raccontare i prossimi progetti a tutto volume e con un gruppo di musicisti (Antonio De Donno, Gino Semeraro e Davide Codazzo) che mi stanno accanto e che interpretano a pieno la mia musica, la mia interiorità, la realtà a cui cerco di dare forma e parole”.

Cristiana Verardo, già vincitrice del Premio Bianca d’Aponte 2019, è una cantautrice e chitarrista salentina classe 1990. Nel 2022 parte per il primo tour internazionale in Spagna e Albania, è finalista a 1MNext (Primo Maggio Roma) ed è componente della resident band di Tonica, il nuovo programma musicale di Andrea Delogu su Rai 2. Nello stesso anno inoltre partecipa al programma “Meraviglioso Modugno” su Rai 1 insieme a La Municipàl. Ha collaborato con prestigiosi artisti della scena pop d’autore italiana come Tosca (ospite del singolo “Terronda” di Cristiana Verardo e Carolina Bubbico, entrambe poi ospiti speciali nel concerto di Tosca tenutosi a dicembre 2022 all’ Auditorium Parco della Musica), Erica Mou, Gnut, Davide Shorty, Carmine Tundo.

Esordisce nel 2017 con il lavoro discografico La mia voce (Workin’ Label / Ird), nel 2021 pubblica il suo secondo album Maledetti ritornelli (G-ro dischi/ Believe) anticipato dall’omonimo documentario “Maledetti ritornelli – behind the song” prodotto da Teresa Film con il sostegno di Puglia Sounds Producers 2020/2021 per la regia di Giuseppe Pezzulla, che racconta la genesi di “Maledetti ritornelli” canzone composta “on the road” con il cantautore napoletano Gnut. È stata ospite di trasmissioni televisive e radiofoniche sui canali Rai quali “Stereonotte”, “In viva voce” e “Rai News 24”. Nel 2021 la sua intervista nel libro “Donne e Folk” di Chiara Ferrari edito per Interno4Edizioni.

 Le scelte stilistiche e compositive di Cristiana Verardo si inseriscono nel percorso della musica italiana d’autore. Dalle sue produzioni emerge la sensibilità verso tematiche sociali e un punto di vista tenace sulla realtà, in lotta contro la perdurante disparità di genere e contro ogni forma di prevaricazione. Nel progetto grafico dell’album Maledetti Ritornelli è rappresentata la sagoma di un assorbente, un gesto di protesta verso la “tampon tax”; “Non potevo saperlo” - brano con cui vince il Premio d’Aponte, è un’invettiva anti-mafia di una figlia contro il padre. Le sue canzoni sono un “megafono” per vite semplici eppure uniche e raccontano di un tempo vissuto sul filo dei sentimenti tra le memorie di amori passati che tornano a farsi sentire, i tormenti, le emozioni del presente e l’imprevedibilità del futuro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’artista salentina Cristiana Verardo tra i vincitori di Musicultura 2023

LeccePrima è in caricamento