Sabato, 19 Giugno 2021
Cultura

"Che fai, mangi?", il nuovo libro di Titti Pece, il primo manuale di cucina sentimentale dalla Puglia e dal Salento

Nelle sue cento pagine, scritte con ironia e leggerezza, si fanno largo memorie scritte e fonti orali, suggestioni artistiche, letterarie e cinematografiche che inquadrano il cibo come esperienza culturale. Il libro sarà presentato venerdì 11 giugno

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Con il marchio ‘La cucina della Taranta’ esce per Moscara Associati ‘Che fai, mangi? Piccolo libro di ricette 4.0 postlocal, una mangiata di archetipi per non morire di fame’, manuale di ricette che porta la firma di Titti Pece, storica dell’arte e appassionata studiosa di storie di gastronomia, già autrice di volumi cult dedicati allo slow living e ai beni enogastronomici del Sud della Puglia.

La cucina come luogo dell’anima è al centro di questo libro che parte dai sapori della tavola mediterranea per consegnare al lettore una mappa emozionale del Salento andando a ricostruire, pagina dopo pagina, il senso culturale e simbolico del mettersi a tavola ai tempi della globalizzazione. La presentazione del libro si tiene venerdì 11 giugno nel giardino della Casa Museo Moscara con il giornalista Raffaele Gorgoni in dialogo con l’autrice, e sarà arricchita dalle letture di Carla Petrachi. ‘Che fai, mangi?’ è un invito ad andare oltre l’esperienza palatale: nelle 30 ricette che raccoglie e sviscera, traccia la storia delle cucine del Mediterraneo e la loro radice matriarcale. Fa riverberare suggestioni emotive, confronta la tradizione con esperienze contemporanee, creando relazioni tra archetipi e aspetti innovativi.

L’antologia è ricca di riferimenti colti che si lasciano scoprire con leggerezza e ironia grazie alla scrittura dell’autrice. É anche un piccolo manuale d’arte: le illustrazioni originali di Giancarlo Moscara e le fotografie di Marcello Moscara accompagnano l’esplorazione del lettore. Si tratta di una pubblicazione innovativa nella struttura narrativa ma anche nell’approccio metodologico: fuori dai canoni tradizionali dei testi dedicati alla cultura del cibo, il libro è percorso da immagini d’autore, racconti e ricette con sezioni come ‘Pizzicata Sentiment’, rubrica in cui l’autrice racchiude e ribattezza le sue particolari note di degustazione, lanciandosi in arditi abbinamenti di libri, film e note bibliografiche, a sottolineare la fondatezza della ricerca storica su cui si basa la narrazione.

“Mi piace definire questo piccolo libro come un assaggio di quella che per me è l’idea e la pratica della cucina sentimentale: un luogo culturale e sensoriale insieme, quel mondo di sapori e desideri che ognuno di noi, attraverso le proprie esperienze, si costruisce e si porta dentro come sua personale mappa emozionale”, afferma la scrittrice. ‘Che fai, mangi?’ è anche un ‘piccolo libro di ricette 4.0 post local’, guarda alla contemporaneità per riflettere sulle trasformazioni del gusto e la storia del palato nell’epoca della globalizzazione. Si divide in due parti: la prima è un affondo ‘Nella cucina della taranta. Sentimental pop.

Tra serio e faceto, le gastrocomiche; la seconda si concentra sugli ‘Archetipi in cucina tra modi di dire e modi di fare’, per mettere in luce strutture secolari, lo spirito del femminile che si esprime in esperienze di sapore e nelle fonti orali, intese come linguaggi autentici. ‘Che fai, mangi?’ è un libro di ricette che può accompagnare il lettore ai fornelli ma che si lascia assaporare anche in salotto: da mangiare con gli occhi o da gustare come approfondimento culturale per stimolare suggestioni, ricordi o aspetti nuovi, alla cui scoperta ci orienta l’abile uso e scelta delle citazioni all’inizio di ogni sezione, come ad esempio quella di Alain Ducasse: ‘Non basta un gesto per creare una cucina ma bisogna entrare nella cultura del luogo per comprenderne lo spirito’. La Casa Museo Moscara si trova sulla strada provinciale San Cesario - Cavallino (Lecce).

L’accesso alla presentazione è consentito solo su prenotazione, scrivendo a info@moscara.it. Il libro è disponibile su chefaimangi.it e a Lecce, presso la Libreria del Sole, in via Francesco Rubichi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Che fai, mangi?", il nuovo libro di Titti Pece, il primo manuale di cucina sentimentale dalla Puglia e dal Salento

LeccePrima è in caricamento