Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cultura

Antiche tradizioni gastronomiche e i segreti per una corretta alimentazione

Sono due delle principali direttrici tematiche delle manifestazioni finali del progetto, organizzato dall'istituto comprensivo di Racale. Un'iniziativa educativa ed innovativa con una duplice attenzione: locale e globale

RACALE - Partono una serie di manifestazioni finali organizzate dall’istituto comprensivo di Racale nell’ambito del progetto “Alimentazione”. “Come nel passato”- afferma la docente referente Paola Vitale - l’intero istituto si è attivato con molteplici iniziative, avente tutte come denominatore comune l’educazione all’alimentazione sostenibile”.

Il carattere innovativo dell’iniziativa risiede nella duplice attenzione verso il locale e il globale contemporaneamente. La riscoperta delle antiche tradizioni gastronomiche salentine avvalorate dal continuo rimando alla cultura del paese nella foresta amazzonica del Perù, San Lorenzo, in cui si trova la scuola in gemellaggio da tre anni, grazie all’associazione Vis (Volontariato internazionale per lo sviluppo) di Roma.

“Lasciando libera iniziativa ai singoli docenti di impostare i progetti di educazione ambientale nelle modalità a loro più consone”- dichiara la dirigente Giovanna Anna Gambardella - ne abbiamo stimolato la creatività, ottenendo una ricchezza di iniziative differenti tutte tese a perseguire il fine comune sotteso al nostro progetto di Istituto, ampliandone inoltre l’offerta formativa”.

La prima delle manifestazioni conclusive riguarda l’iniziativa Parlo come mangio, che si svolgerà giovedì 11 aprile, alle 17, presso la sede di via Piemonte. Relatori saranno il professor Ferdinando Boero dell’Università degli studi del Salento, con un intervento dal titolo ”Le meduse, un corto circuito nella rete trofica marina”, e Chiara Lorenzoni, scrittrice e coordinatrice dei laboratori musicali e di scrittura creativa che hanno coinvolto circa 130 alunni appartenenti a tutti gli ordini scolastici dell’istituto.

Nel corso della serata, rivolta a tutta la cittadinanza, verranno anche illustrate le attività svolte dagli studenti coinvolti. L’iniziativa, inserita dalla commissione nazionale Unesco nel programma delle attività Dess (del Decennio dell’educazione allo sviluppo sostenibile), ha il patrocinio del Comune di Racale, della Provincia di Lecce, dell’Università del Salento e del Gal Serre Salentine.

Seguiranno le seguenti manifestazioni: in orario antimeridiano il 28 maggio “Giochiamo a colori” presso la scuola dell’infanzia di via Mazzini; il 29 maggio “L’espressione della salute” presso la scuola primaria di via Mazzini; il 30 maggio “Gioco come mangio” presso la scuola dell’infanzia di via Siena, e “Usi e tradizioni culinarie del mio paese” presso la scuola dell’infanzia di via Marsala; in orario pomeridiano il 6 giugno “Alimentazione, ambiente e salute” presso la scuola primaria di via Siena e “Ciao ciao scuola” presso la scuola dell’infanzia di via Lucania (in orario antimeridiano solo per gli alunni di tre anni, in orario pomeridiano per gli altri).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antiche tradizioni gastronomiche e i segreti per una corretta alimentazione

LeccePrima è in caricamento