Martedì, 27 Luglio 2021
Cultura

Applausi per Fibra ad Otranto. E ora canzone d'autore con Claudio Santamaria

Successo di pubblico, ieri sera, per il concerto del rapper di Senigallia all'interno di Hydromusic Fest col tour di "Guerra e pace". La rassegna continua stasera con l'attore in versione jazz e il suo "Omaggio ai poeti italiani"

Fabri Fibra sul palco di Otranto

OTRANTO - "È solo un gioco, ma in pochi lo capiscono". Il refrain attraversa tutta la serata, mentre le mani sollevate tra la folla accorsa numerosa all'evento musicale hip-hop dell'estate otrantina: è Fabri Fibra ironico e divertito, quello che sale sul palco del Fossato del Castello di Otranto, che racconta il disagio generazionale dentro una società in crisi con i suoi testi anticonvenzionali e i suoi ritmi pressanti. Ma che, nonostante la serietà di alcune tematiche,  non si prende mai troppo sul serio.

Nel suo live, all'interno di Hydromusic Fest, che ha visto il pienone nell'area a ridosso del porto, il rapper di Senigallia ha portato i brani del suo ultimo "Guerra e pace", alternando i pezzi più recenti all'interazione con il pubblico sulle rime del passato e soprattutto, regalando nell'ultima parte, i brani che più lo rappresentano da "Bugiardo" a "Tranne te", passando da "Pronti, partenza, via" ad "Applausi per Fibra", sino a "In Italia".

La rassegna, però, non si è ancora conclusa, anzi, col live di ieri sera, inizia una serie di concerti tutti da ascoltare. Si parte stasera con Claudio Santamariainfophoto_2013-08-19_134656586_low_p0001155201-2 e il suo raffinato spettacolo di teatro canzone, in un'unione naturale tra jazz, parole e musica d’autore. L'attore tra i più quotati nel panorama nazionale, con una grande passione musicale, regala un "Omaggio ai poeti italiani", accompagnato da una Jazz All Star composta da alcuni fra i più importanti musicisti del genere in Italia: Amedeo Ariano alla batteria, Fabio Zeppetella alla chitarra, Franceco Puglisi al contrabbasso e Ramberto Ciammarughi al pianoforte.

Durante il concerto verranno eseguiti brani di Piero Ciampi (“Ha tutte le carte in regola”, “Te lo faccio vedere io chi sono”, “Adius”), di Luigi Tenco (“Averti tra le braccia”, “Quasi sera”, “Vedrai vedrai”, “Quando”), di Fabrizio De Andrè (“La canzone di Marinella”, “Un blasfemo”, “Quello che non ho”), di Giorgio Gaber (“La libertà”) ed altri brani appartenenti al mondo cantautoriale.

Sul palco prima di Claudio Santamaria, Carolina Bubbico, giovane autrice delle proprie canzoni, cantante versatile, spontanea, di straordinaria sensibilità. Carolina Bubbico, appena ventitreenne, arriva alla pubblicazione del suo primo sorprendente cd, dal titolo “Controvento”. Lo spettacolo inizierà attorno alle 21.30. Per info qui. Domani poi toccherà a Raphaele Gualazzi, prima della chiusura affidata al trio giamaicano Tok.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Applausi per Fibra ad Otranto. E ora canzone d'autore con Claudio Santamaria

LeccePrima è in caricamento