rotate-mobile
Eventi anche a Lecce / Casarano

Ascla, festa in piazza Umberto per i primi vent’anni di attività

Compleanno speciale per una delle realtà attive sul territorio nel mondo della formazione e dell’orientamento al lavoro: stand enogastronomici, artisti, musica e altro ancora

CASARANO – Un compleanno speciale per Ascla a Casarano: la società cooperativa impresa sociale, che dal 2002, lavora per la formazione e l’orientamento dei giovani al mondo del lavoro, compie, infatti, vent’anni e festeggia con una giornata in cui celebrare il proprio percorso insieme a quanti in questi anni hanno creduto nelle sue attività e hanno contribuito al suo consolidamento sul territorio.

Si festeggia stasera, in piazza Umberto I a Casarano, a partire dalle 20, nello stile di PugliArmonica: stand enogastronomici per degustazioni di prodotti di eccellenza, esibizioni di artisti di strada, luminarie e naturalmente musica con la banda città di Lecce, diretta dal maestro Giovanni Pellegrini, Zagor Street Band e gli Avvocati Divorzisti in concerto.

Nella mattinata, alle 10 a Lecce si terrà un incontro pubblico al teatro Paisiello con la partecipazione delle istituzioni. Dopo l’apertura affidata al pianista Marcelo Cesena e i saluti delle istituzioni e di Valeria Stefanelli, delegata del Rettore ai rapporti con le imprese e le partecipate dell’università del Salento, interverranno Giuseppe Negro, presidente di Ascla, il poeta e scrittore Davide Rondoni, Mario Mauro già Ministro della Difesa, Dario Odifreddi, presidente della fondazione Piazza dei Mestieri, Enrico Tiozzo, presidente federazione Centri di solidarietà. Conclusioni affidate a Sebastiano Leo, assessore regionale alla Formazione e Lavoro. Si chiude ancora in musica con Marcelo Cesena.

«L’uomo è per sua natura desideroso di bellezza, giustizia e verità ed è su questi desideri originali che puntiamo nella sfida educativa» afferma Giuseppe Negro. «Il nostro scopo è favorire il paragone tra questi desideri e la realtà. Qualunque competenza si acquisisca deve prima di tutto poggiare su una struttura umana solida, ed è questa certezza il punto fermo del nostro impegno, con un metodo preciso, che mette al centro la persona a cui fornire strumenti e competenze. In questo modo il lavoro diventa una passione che sostiene tutti superando le inevitabili criticità e difficoltà».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ascla, festa in piazza Umberto per i primi vent’anni di attività

LeccePrima è in caricamento