Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cultura

Camminare tra storia, natura e benessere

Con Salento Faber Trekking

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

L'associazione culturale Salento Faber di Cursi promuove il piacere di camminare con una sezione dedicata al trekking e organizza per l'autunno 2015 le prime cinque escursioni per esplorare il territorio salentino.

Camminare è un modo di vivere, una filosofia di vita, un modo di entrare nel quotidiano fatto a misura di ognuno, col passo giusto, al ritmo corretto, in equilibrio assoluto tra noi e ciò che ci circonda.

Uno sport affascinante e coinvolgente, uno stile di vita adatto a tutti e per tutte le età, è rigenerante dal punto di vista fisico e psicologico ed è un ottimo antistress.

Oggi viviamo una quotidianità scandita dalla fretta, dallo stress, dall'ossessione di risparmiare tempo ed è facile perdere di vista l'importanza di fermarsi un attimo per pensare e riflettere su quello che vediamo, ciò che ci circonda e quante bellezze si nascondono nei particolari della vita di ogni giorno.

Quando ci ritroviamo di fronte al mare, in un bosco, in campagna abbiamo l'opportunità di godere di una bella passeggiata, di osservare i colori e ascoltare i suoni della natura, allontanandoci dalle auto, dal frastuono del traffico e dal rumore della vita di tutti i giorni e possiamo godere della natura e della sua bellezza.

Sull'onda del benessere, di sentirsi in pace con se stessi per cogliere quella beatitudine che solo nostra Madre terra sa trasmetterci, Salento Faber ha programmato cinque tappe che spaziano dall'Adriatico allo Jonio, passando per il capoluogo fino a Capo di Leuca.

L'esperienza e la conoscenza dei meandri più nascosti del Salento della storica guida Luigi Gaetani e di altre giovani guide, dal 27 settembre al 22 novembre, vi farà conoscere da vicino luoghi del passato ed incontaminati vivendo momenti unici alla scoperta della natura e del territorio che ci circonda.

Si comincia domenica 27 settembre con la Grotta degli amanti a Porto Badisco, in una passeggiata impegnativa di circa 13 km, si percorrerà, una costa frastagliata fino a giungere all'antica torre di avvistamento denominata torre di Minervino, si camminerà verso la Masseria Nova salendo fino a 120 metri sul livello del mare, poi un percorso in discesa che porta al canalone sud fino alla spiaggetta di Porto Badisco.

Il 4 ottobre il secondo appuntamento al Ciolo a Gagliano del capo alla scoperta dei colori, dei profumi e di alcune piante tipiche di questo periodo, nel Capo di Leuca. Si percorrerà il suggestivo canalone in ripidi pendii rocciosi alternati alla macchia mediterranea, passando da un'antica masseria si ritorna al punto di partenza dall'altro versante del canale.

Per la terza tappa del 18 ottobre alla scoperta dei Bacini di Firgole, dopo un percorso nel borgo antico e nella macchia mediterranea è prevista la scoperta dei sapori tipici del territorio con la degustazione delle pittule presso la masseria Giammatteo.

Un percorso davvero suggestivo è quello dell'8 novembre a Patù per vedere da vicino le Centopietre un itinerario per conoscere il patrimonio storico artistico e naturalistico dove si potrà vedere da vicino un antico monumento funerario risalente al IX secolo, la chiesa bizantina di San Pietro e le cave di carparo dismesse e numerosi altri monumenti di interesse artistico.

Per il 22 novembre è prevista un'escursione al Golfo delle Orte di Otranto con il lago rosso delle cave di bauxite, la masseria fortifica delle Orte e la Torre del Serpe nel corso degli anni divenuta simbolo di Otranto.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camminare tra storia, natura e benessere

LeccePrima è in caricamento