rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cultura

Proseguono le visite al Carlo V: parte il "tour della cartapesta leccese: dal sacro al profano"

Parte il 20 febbraio la rassegna  “Il Castello Fuori porta - connessioni con il territorio”: una serie di itinerari tematici che uniscono il Carlo V ai luoghi più simbolici della provincia "in una rete ideale tessuta dalla storia". Il primo appuntamento prevede un approfondimento sulla cartapesta leccese. Ecco cosa sapere

LECCE - Proseguono le attività di "Attraverso il castello", progetto di valorizzazione del Carlo V, nato dalla collaborazione tra la Soprintendenza archeologica, belle arti e paesaggio per le province di Brindisi e Lecce e le associazioni di promozione sociale 34° Fuso e The monuments people.

Da domani, domenica 20 febbraio, prenderà il via  “Il Castello Fuori porta - connessioni con il territorio”, rassegna di itinerari tematici che unisce il castello leccese ai luoghi più simbolici del territorio in "una rete ideale tessuta dalla storia". Un racconto a tappe collegate da un fil rouge di volta in volta diverso per comprendere come  il maniero più grande di Puglia sia stato in passato punto di riferimento e incontro per innumerevoli traffici ed eventi significativi. Cartapesta, archeologia, sistemi difensivi, pietra leccese e ceramica sono i temi che connettono il castello al territorio circostante in un dialogo reciproco capace di dare una visione più ampia e approfondita del nostro passato.

Per chi volesse partecipare, il raduno del 20 febbraio è previsto alle 9,30 presso Porta Napoli con pagamento ticket di 15 euro. Per  info e prenotazioni contattare il 3278773894 o scrivere a attraversoilcastello@gmail.com 

Per i partecipanti non automuniti ci sarà la possibilità di richiedere il servizio di transfer tra i luoghi a prezzi agevolati grazie alla partnership di "Attraverso il Castello" con Salento Van. Si parte dunque domenica 20 febbraio con il "Tour della cartapesta leccese: dal sacro al profano" che si concluderà con un workshop sulla creazione di maschere. Il tour accompagnerà i visitatori attraverso l’antica arte della cartapesta, considerata oggi un artigianato d’eccellenza per la città di Lecce.

Dal XVIII secolo in poi, la vediamo infatti mettere radici a Lecce grazie alle piccole botteghe che nacquero tra i vicoli e le corti della città. Alla cartapesta è stato inoltre dedicato un museo collocato oggi all’interno delle vecchie stalle del Carlo V. Il tour prevede un itinerario nella città che permetterà di conoscere la storia dei suoi monumenti più rappresentativi e, in particolare, quella dei più noti cartapestai leccesi, le cui opere trovavano posto all’interno di molte chiese della città e che furono in seguito destinate ai musei. I partecipanti avranno inoltre l’opportunità di prendere parte a un laboratorio in cui saggiare le tecniche di quest’arte e creare con le proprie mani delle maschere in cartapesta.

“Il Castello Fuori porta - connessioni con il territorio” proseguirà con "Da Lupiae a Rudiae in bicicletta" (6 marzo), "Da Forte a Mare di Brindisi al Castello Carlo V di Lecce" (13 marzo), "Dal Castello Carlo V di Lecce al Parco Archeologico di Roca Vecchia passando da Acaya" (20 marzo), "Dalle cave dell’Ecomuseo di Cursi al Castello Carlo V di Lecce - ciclopasseggiata e tour a piedi" (3 aprile) e "Dal Museo della Ceramica di Cutrofiano a al Castello Carlo V di Lecce" (24 aprile).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Proseguono le visite al Carlo V: parte il "tour della cartapesta leccese: dal sacro al profano"

LeccePrima è in caricamento