Venerdì, 30 Luglio 2021
Cultura

Torna a Martano l'appuntamento col fascino architettonico dei Cortili aperti

Tutto pronto per la sesta edizione dell'evento, che permette di ripercorre itinerari rinomati per la loro eleganza: una forma per rivelare l'identità della cittadina. Antonio Carra: "Sintomo di una bellezza intramontabile"

MARTANO - Tutto pronto a Martano per la sesta edizione dei Cortili Aperti, l’appuntamento con le bellezze architettoniche locali, che si tiene dal 25 al 28 luglio. Martano rivolge l’invito a ripercorrere con spirito nuovo itinerari rinomati per la loro eleganza: la via principale, via Marconi, e le vie attigue, quelle del borgo, per ammirare i palazzi signorili, le chiese, le dimore storiche e l’architettura rurale, raccolte nelle strade e nelle piazze, che incantano per la loro originalità ed il gusto raffinato che comunicano.

I cortili rivelano così l’anima, rappresentano l’identità di una cittadina: con i suoi splendidi cortili, Martano propone ciò che c’è oltre le apparenze e regala ai visitatori ed ai cittadini l’opportunità di vivere un percorso imprevedibile e suggestivo attraverso i tracciati del suo corpo storico. Il Salento gode della ricchezza culturale ed architettonica dei popoli conquistatori e proprio tale ricchezza Martano offre a quanti vogliano ammirarla e studiarla.

“Questa formula – spiega l’assessore al marketing territoriale, Antonio Carra - consolidata negli anni ed arricchita da poco con manifestazioni - satellite, è riuscita a farsi amare da un pubblico vastissimo, sintomo che la bellezza della nostra terra è intramontabile e che c’è una grande voglia di riscoprirla.”

Cortili aperti ospiterà anche quest’anno la rassegna Gustando - Il cibo nell’arte, una degustazione itinerante che abbina la magia dei cortili alla generosità della nostra terra, il Salento, e che propone prodotti tipici griki e salentini quali l’olio Dop di Terra d’Otranto, i vini locali, le birre artigianali ai quali si affiancheranno prodotti caseari, carni alla brace e fritture di pesce, rendendo ancora più seducente l’atmosfera della Piazza cittadina.

“Riuscire ad abbinare le bellezze architettoniche alle eccellenze ed alle tipicità locali - continua CarraANTONIO CARRA-2 -  è la riproposizione esatta di quello che offre il nostro territorio: dobbiamo saper credere nei nostri punti di forza, riuscire ad offrire ciò che il visitatore vuole, cioè il meglio della nostra terra. Dallo scorso anno, abbiamo, quindi, allargato Cortili Aperti ad altre manifestazioni che fossero in linea con l’idea di promozione territoriale: nasce così Gustando, la grande novità della passata edizione. Concerti, presentazioni di libri ed altri eventi saranno, infine, attrattori di un pubblico sempre più diversificato.”

Nei giorni della manifestazione, infatti, Piazza Assunta ospiterà l’esibizione del cantastorie salentino P40, giovedì 25, il trio Blues Machine, venerdì e sabato il quartetto Little Italy Swing. I Giardini del Duca, infine, anche quest’anno saranno fulcro dell’estate e faranno da cornice d’eccezione a concerti, mostre e serate dedicate alle degustazioni. In particolare, nelle serate di Cortili Aperti, i Giardini ospiteranno degustazioni di vini a cura dell’Enoteca Linciano, delle cantine Santi Dimitri, Cupertinum, Racemi Agricola e Cantine Miali, lo spettacolo Voci di Strade, Palazzi e Corti con Paolo Protopapa, autore del libro Per Palazzi e Antiche Strade e Itaca Min Fars Hus – Gruppo Teatrale di Sperimentazione, venerdì 26 e la presentazione del libro Obiettivo Taranta di Tony Rizzo, sabato 27.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna a Martano l'appuntamento col fascino architettonico dei Cortili aperti

LeccePrima è in caricamento