Martedì, 27 Luglio 2021
Cultura

“Cuore e anima salentina”, musica per la festa dei martiri di Vaste

Mercoledì 9 maggio, in piazza Dante, alle ore 21.30, in occasione dei festeggiamenti tradizionali, dedicati ai santi Alfio, Filadelfio e Cirino, si esibiranno i Tamburellisti di Otranto in "Cuore e anima salentina"

POGGIARDO - Mercoledì 9 maggio, in piazza Dante a Vaste, alle ore  21.30, in occasione della festa dei santi martiri Alfio, Filadelfio e Cirino, si esibiranno i Tamburellisti di Otranto in “Cuore e anima salentina” del maestro Massimo Panarese.  

Le notizie sulla vita e sul martirio dei tre fratelli AlfioFiladelfo e Cirino sono tutte contenute in un documento, che gli studiosi delle vite dei santi fanno risalire al secondo decennio della seconda metà del secolo X: si tratta di una lunga e minuziosa narrazione scritta da un monaco, certamente basiliano, di nome proprio Basilio, e con verosimiglianza a Lentini in provincia di Siracusa, come si evince dalla precisa indicazione dei luoghi, delle tradizioni e dei costumi della comunità là esistente.

Il manoscritto, che si compone di più parti, alla fine della terza parte si chiude con questo periodo, ovviamente in greco: “Con l’aiuto di Dio venne a fine il libro dei SS. Alfio, Filadelfo e Cirino, scritto per mano del monaco Basilio”. Il prezioso scritto si conserva nella Biblioteca Vaticana, segnato col numero 1591, proveniente dal monastero di Grottaferrata, nei pressi di Roma. Secondo il manoscritto citato i Santi di Vaste hanno subito il martirio nella persecuzione di Valeriano e precisamente nel 253.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Cuore e anima salentina”, musica per la festa dei martiri di Vaste

LeccePrima è in caricamento