Giovedì, 5 Agosto 2021
Cultura

Dal virtuale al reale: dal web parte il primo meeting delle guide turistiche

“Incontriamoci a Ferrara” è il titolo dell’evento che riunisce le figure professionali abilitate, riunite in un gruppo facebook: una due giorni per parlare di web marketing, networking, aggiornamento e altro. Presente la Puglia

LECCE – Dal virtuale al reale: il 24 e 25 novembre le guide turistiche escono dalla piazza virtuale del gruppo Facebook “Guide d’Italia” e si incontrano al meeting dell’hotel Astra di Ferrara. Nella due giorni, si parlerà di webmarketing, networking, associazionismo, vocal coaching e altro. L’obbiettivo è rendersi più competenti e visibili su un mercato che si apre sempre più e soprattutto cambia, uscendo dal social network, dove pure si discute della materia.

Tra i 17 amministratori del gruppo dei mille, c’è anche Daniela Bacca, guida di Lecce e Puglia, che ha costantemente portato un notevole contributo per la conoscenza e valorizzazione del ruolo della figura professionale in ambito storico-sociale e culturale-turistico, evidenziando come la guida turistica, tra i mestieri più antichi e nobili dell’uomo, sia non solo erede e custode del proprio passato, ma soprattutto divulgatrice della propria territorialità e di quelle identità che appartengono al patrimonio culturale dei beni visibili ed invisibili dei luoghi in cui vive ed esercita.

Paradossalmente la Puglia era, fino ad oggi, l’unica regione italiana a non essere dotata di una legge in materia di attività professionali turistiche: un’assenza che per decenni imbarazzava e mortificava soprattutto le guide turistiche professioniste, le quali in questi ultimissimi mesi e giorni vedono regolamentato il loro “mestiere girovago” con la legge regionale 13 del 25 maggio 2012, atta a disciplinare le professioni specifiche, ed il regolamento attuativo 23 del 3 ottobre 2012, con il quale  si da riconoscimento dell’abilitazione alle guide ed accompagnatori turistici già esistenti.

In effetti, le guide turistiche pugliesi con esperienza ultradecennale, sono tra i pionieri del turismo culturale e destagionalizzato: hanno stimolato ed invitato negli anni numerose agenzie di viaggio e tour operator nazionali ed internazionali ad inserire itinerari specifici del Tacco d’Italiadaniela bacca-2 nei circuiti turistici organizzati guidati, portando la Regione ad essere una delle mete di viaggio tra le più richieste e gettonate dai turisti e visitatori; hanno dato risalto, con responsabilità e competenza, al variegato patrimonio regionale, favorendo la crescita dell’indotto e sensibilizzando, soprattutto, i visitatori alla conoscenza dei luoghi.

La scelta del meeting a Ferrara non è casuale, su suggerimento di Tiziano Ficola, all’indomani del terremoto in Emilia, con la precisa volontà di portare il proprio contributo ad una delle perle d’Italia danneggiate dal sisma del maggio scorso. L’incontro di fine novembre vuole essere il primo di una lunga serie di appuntamenti per l’aggiornamento professionale, per discutere di nuove metodologie e di strategie di comunicazione, e soprattutto per fare il punto della situazione e porsi come valore aggiunto di un turismo di qualità.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal virtuale al reale: dal web parte il primo meeting delle guide turistiche

LeccePrima è in caricamento