Sabato, 24 Luglio 2021
Cultura

Gemellaggio culturale tra scuole diverse nel segno della lingua e del griko

È quanto accadrà sabato, quando la scuola secondaria di Palmariggi ospiterà una scolaresca greca, dopo un Pon dal titolo "Alla scoperta delle nostre radici" e un corso del dialetto che si parla nei paesi della Grecìa Salentina

Manifestazione scuole (dal profilo fb istituzionale)

PALMARIGGI - Il termine “viaggio”, derivante dal latino viaticus, indica le provviste necessarie per affrontare un viaggio quindi, in questo senso, esso appare come una necessità. Non sempre, però, nel corso della storia, il viaggio ha avuto questo significato: alcune volte esso è stato visto come un viaggio della speranza o della disperazione, oppure è stato intrapreso per il desiderio di conoscere nuove realtà diverse dalla propria. È proprio quest’ultimo aspetto che si è curato durante il Pon “Alla scoperta delle nostre radici”, tenuto dalla professoressa Attanasi presso la scuola secondaria di Palmariggi.

Negli ultimi anni, con il manifestarsi della globalizzazione e con i vari movimenti migratori, si è avuta una riscoperta della dimensione locale. Pertanto, si è ritenuto prioritario studiare la propria dimensione perché è impossibile essere e sentirsi Europei se non si conoscono i propri luoghi di vita. Ciò diventa una condizione essenziale in un luogo come il Salento, dotato di un vasto patrimonio paesaggistico, storico, architettonico, culturale e ambientale che merita di essere conosciuto ed apprezzato prima di tutto dai suoi abitanti.

Conoscere il proprio territorio è un modo per costruire la propria identità e la propria coscienza europea. In quest’ottica si è tenuto il corso di Griko, il dialetto di origine greca che si parla nei paesi della Grecìa salentina. La principale finalità del progetto è stata quella di educare alla conoscenza ed al rispetto del patrimonio linguistico – culturale nelle sue diverse manifestazioni e stratificazioni, cogliendo la molteplicità di rapporti che legano dialetticamente la cultura attuale con quella del passato.

Il corso ha offerto l’occasione di invitare una scolaresca greca, il 1° Liceo di Κοζ?νη (Grecia), per uno scambio culturale, sabato 15 marzo alle ore 11 presso il Santuario di Montevergine.
Quest’incontro rappresenta una grande opportunità per acquisire la consapevolezza che l’attuale Grecia fa da ponte tra l’antica e gloriosa Magna Graecia e ciò che oggi ne resta, cioè la Grecìa salentina.

Per l’arrivo degli amici greci gli alunni e i docenti della Scuola secondaria di Palmariggi si sono prodigati nell’allestimento di uno spettacolo di accoglienza con recite in Griko, esibizioni canore e balli salentini. Quest’incontro internazionale di amicizia continuerà in Grecia in quanto i ragazzi ricambieranno la visita alla fine del mese di aprile.

Infatti, è proprio attraverso il confronto con “l’altro” che si entra in un processo di consapevolezza che non si vive isolati dal mondo e ciò porta, quindi, a maturare nuove esperienze, atteggiamenti e comportamenti necessari a prevenire pregiudizi, razzismi, disagi ed esclusioni di ogni genere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gemellaggio culturale tra scuole diverse nel segno della lingua e del griko

LeccePrima è in caricamento