rotate-mobile
L'appuntamento / Melpignano

“Giovani in biblioteca”, tra inclusione e superamento delle disuguaglianze

Il progetto “Melpignano crea cultura” è risultato vincitore dell’avviso della presidenza del Consiglio dei ministri: verrà presentato sabato 18 maggio in un incontro pubblico

MELPIGNANO – Melpignano scommette sui giovani per incrementare i livelli di partecipazione e tornare a vivere la biblioteca come luogo di aggregazione. Il progetto “Melpignano crea cultura”, infatti, è vincitore dell’avviso “Giovani in biblioteca” della presidenza del Consiglio dei ministri.

La sfida è quella di interconnettere realtà di eccellenza, che operano nell’ambito delle arti, con la biblioteca e i giovani cittadini, offrendo strumenti che riducano le disuguaglianze e favoriscano dialogo e produzione culturale.

La Biblioteca di Melpignano ambisce a divenire “luogo di creazione di conoscenza” attraverso il teatro, la scenografia, la musica, la scrittura e ogni forma di agire comunicativo. Tra le scommesse da realizzare a stretto giro, uno spazio di coworking, allestito ed attrezzato per poter ospitare giovani studenti e professionisti. E poi, ancora, una piccola orchestra giovanile che coinvolga musicisti e non, in un percorso finalizzato alla produzione musicale che prevede di scegliere dei testi di Peppino Impastato (al quale è dedicata la Biblioteca), rielaborarli, musicarli, aggiungere i cori e infine registrarli e trasformarli in colonna sonora della Biblioteca, attraverso il partenariato con Locomotive impresa sociale Srl Ets.

Nel progetto vincitore, inoltre, è prevista l’attivazione di una redazione stabile di giovani che organizzi e gestisca una vera e propria trasmissione radiofonica (web radio) all’interno di uno studio costruito dai giovani partecipanti e l’avvicinamento dei giovani alla lettura attraverso il partenariato con la cooperativa sociale “Il dado gira”. Infine, l’obiettivo è anche quello della sperimentazione di nuove forme teatrali, coinvolgendo in primis i giovani con disabilità fisiche e psichiche, favorendone l’accoglienza e l’integrazione con la collaborazione dell’associazione “Teatro patologico onlus”.

Il progetto sarà illustrato nella mattinata di sabato 18 maggio, dalle 11, nel Palazzo Marchesale. È qui che avrà luogo un dibattito al quale prenderanno parte, oltre alla sindaca di Melpignano Valentina Avantaggiato, anche il musicista Raffaele Casarano (di Locomotive impresa sociale Srl Ets), Marco Tommasi (della cooperativa sociale Il dado gira) e Dario D’Ambrosi (della onlus Teatro patologico. A seguire, la presentazione del libro intitolato “Governare l’incertezza. Percorsi di innovazione sociale per i nuovi partenariati pubblico-privato”. Saranno presenti Marco De Giorgi, direttore generale della Presidenza del Consiglio dei ministri e docente dell’Università Luiss di Roma che, assieme ad Aurelio Lupo, è l’autore del volume. Interverranno inoltre Fiorella Pascazio, presidente dell’Anci di Puglia e il giornalista Mimmo Mazza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Giovani in biblioteca”, tra inclusione e superamento delle disuguaglianze

LeccePrima è in caricamento