Cultura

Il difficile cammino verso l’integrazione e l’accoglienza

A Taviano un convegno sull’immigrazione organizzato dal nodo antidiscriminazione dell’associazione di volontariato La Piramide

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Il fenomeno dell’ immigrazione e il tema delle discriminazioni, per dimensioni e per gravità, si impongono ormai all’attenzione di tutti

.L’Associazione di Volontariato “La Piramide” di Taviano, Nodo della Rete Regionale Antidiscriminazione, al fine di favorire una riflessione ed un approfondimento su tematiche di profonda attualità, organizza per il 16 gennaio un Convegno gratuito ed aperto a tutta la cittadinanza dal titolo: IL DIFFICILE CAMMINO VERSO L’INTEGRAZIONE E L’ACCOGLIENZA: QUALE STRADA POSSIBILE?.

L’evento, accreditato presso l’Ordine degli Avvocati della Provincia di Lecce e in fase di accreditamento presso l’Ordine degli Assistenti Sociali si terrà alle ore 16,30 presso l’Auditorium Comunale  “Aldo Tundo” di Taviano .

Con questo Convegno- spiega il Presidente dell’Associazione di Volontariato “La Piramide”, Simone Greco-  grazie al contributo di diverse figure professionali , vogliamo offrire delle chiavi di lettura multidisciplinari e delineare possibili scenari futuri. Il “fenomeno” immigrazione, infatti, presenta notevoli implicazioni economiche, sociali, culturali, giuridiche e  di ordine pubblico. Porta con sé problemi e benefici in base alla nostra capacità di gestirlo a partire dalla dimensione dell’immigrato-uomo. Parlare di immigrazione non vuol dire infatti parlare solo e semplicemente di numeri, comparando costi e benefici. Quello dell’immigrazione è un fenomeno fatto di persone: uomini e donne portatori di speranze, paure, titolari di diritti e chiamati ad ottemperare precisi doveri.  A questi uomini e a queste donne e ai più deboli dedichiamo da oltre vent’anni la nostra attività di Associazione.

Attualmente-  spiega la Dott.ssa Manuela Mauro- siamo uno dei pochi Nodi  Antidiscriminazione attivi in Provincia di Lecce. La Rete Regionale Antidiscriminazione nasce nel 2011 a seguito di un Protocollo siglato tra la Regione Puglia e l’Unar (Ufficio Nazionale Antidiscriminazione del Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri) ed è articolata in 32 punti informativi dislocati nelle Province Pugliesi. Poiché Nodo di queste Rete, siamo chiamati a svolgere gratuitamente funzioni informative, di orientamento, consulenza legale ,mediazione linguistica, mediazione dei conflitti nonché prevenzione e sensibilizzazione per impedire la nascita e il formarsi di comportamenti discriminatori e per far si che il principio di parità di trattamento diventi patrimonio educativo e culturale di ogni singolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il difficile cammino verso l’integrazione e l’accoglienza

LeccePrima è in caricamento