rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Cultura

"Il Tito Schipa celebra Richard Strauss, il trionfo dell'eccellenza”

Conservatorio di Musica Tito Schipa di Lecce

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Lunedì 27 Aprile alle ore 16,30 presso il Conservatorio di Musica Tito Schipa di Lecce, ha preso vita una manifestazione di alta cultura e musica, in quanto, in veste di autore e pianista, il M° Salvatore Margarone, diplomatosi nel 1996 nello stesso Istituto, è ritornato dopo quasi vent'anni portando la sua esperienza e crescita professionale proprio li da dove è cominciata la sua carriera.

Presentando il suo ultimo libro "Richard Strauss - Uomo e musicista del suo tempo" edito dalla Casa Musicale Eco di Monza, in occasione del 150° anniversario della nascita nel 2014, Il M° Margarone ha degnamente celebrato il grande compositore bavarese Richard Strauss.

Il pomeriggio ha visto i protagonisti in due momenti distinti: il primo con la presentazione del libro curata dalla Dott.ssa Marina Agostinacchio, docente di lettere e poetessa patavina, vincitrice del premio internazionale di poesia E.Montale nel 2001, ed una seconda parte con l'esecuzione di alcuni Lieder di R. Strauss eseguiti al pianoforte dallo stesso Margarone, accompagnando il soprano ferrarese Mara Paci.

La Dott.ssa Agostinacchio, attraendo e coinvolgendo il pubblico intervenuto, ha saputo tenere alta l'attenzione non solo in riferimento al libro R.Strauss, ma anche verso i due artisti, ponendo domande non usuali per una presentazione di un libro, portando l'ascoltatore in un viaggio ideale attraverso la musica e la poesia a cui Strauss si rifece per le sue composizioni.

L'esibizione dei due artisti, Margarone e Paci, impegnati in un recital di Lieder di R. Strauss, alcuni tra i più famosi altri meno, ha messo in rilievo le capacità virtuosistiche e musicali dei due interpreti.

Il repertorio proposto, poco eseguito in Italia, tanto più affrontato nelle classi di canto dei Conservatori, ha lasciato senza fiato gli intervenuti, allievi e docenti del Conservatorio, per lo stile e l'eleganza con cui il M° Margarone si districava al pianoforte, per la ricercatezza del suono di cui ha piena padronanza.

Mara Paci, soprano ferrarese, è stata calorosamente applaudita alla fine dell'esibizione, ricevendo gli elogi del Direttore del Conservatorio, M° S. Stefanelli, per la bellezza della voce ed un timbro caldo e rotondo, capace di una gamma vocale notevole ed omogenea.

Un pomeriggio di grande cultura riconferma il Conservatorio Tito Scipa di Lecce, tra le poche Istituzioni del sud Italia, per riuscire a dare spazio anche a queste novità; purtroppo in Italia, essendo quest'ultima patria dell'Opera, pochi sono gli artisti che affrontano questo repertorio difficilissimo, raffinato, elegante, ma non per questo meno importante.

Un ringraziamento va al Direttore M°Stefanelli, che dopo aver sentito il Consiglio Direttivo del Conservatorio, ha accolto la proposta fatta dal M° Margarone che si è concretizzata con un pomeriggio importante per l'Istituzione e gli alunni del Conservatorio, presentando e presenziando all'evento, dimostrando grande sensibilità nei riguardi degli allievi che gravitano attorno al Conservatorio, che è, e deve essere sempre, il punto di riferimento per tutto il suo bacino di utenza.

P.C.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il Tito Schipa celebra Richard Strauss, il trionfo dell'eccellenza”

LeccePrima è in caricamento