rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Cultura

Le "12 terre nel cinema": il Salento diventa laboratorio e fucina di cineturismo

E' un evento unico nel suo genere che vede coinvolti tutti gli attori del territorio per parlare di cinema, turismo e territorio: da location a destination. Per la prima volta, infatti, addetti ai lavori saranno a confronto "nell'incontro destrutturato". Due giorni intensi di eventi, incontri, dibattiti e workshop

LECCE – E’ un evento unico nel suo genere che vede coinvolti tutti gli attori del territorio per parlare di cinema, turismo e territorio: da location a destination. Per la prima volta, infatti, addetti ai lavori saranno a confronto “nell’incontro destrutturato” guidato dal noto location manager Leonardo Angelini. Due giorni intensi di eventi, incontri, dibattiti e workshop per un’analisi sul “cineturismo” con Pugliapromozione e Apulia Film Commission; e la creazione di un laboratorio di formazione sul marketing territoriale, contributi video, una mostra fotografica, e percorsi di start up sul cineturismo.

Il Gal Valle della Cupa (nell’ambito della sua strategia di intervento del piano di sviluppo locale - misura 331 azione 2 - informazione del Psr Puglia 2007-2013) intende favorire la promozione turistica delle 12 Terre dell’area che ricopre (Arnesano, Lequile, Novoli, San Donato, San Cesario, San Pietro in Lama, Squinzano, Surbo, Trepuzzi, Monteroni, Cavallino, Lizzanello) con un evento unico nel suo genere. In collaborazione con I.M.T. & Co s.r.l. ImovePuglia.Tv, il patrocinio di Apulia Film Commission e Pugliapromozione, e la partecipazione di Fluid Produzioni, il 22 e 23 ottobre nello scenografico Palazzo Ducale di Monteroni, si terrà un workshop che vede coinvolti tutti gli attori del territorio per parlare di cinema, turismo e territorio: da location a destination.

Prima il cinema era considerato arte dei sogni e della fantasia distaccato dalla realtà e dal quotidiano. Negli ultimi anni questa relazione diretta e indiretta con il turismo e il territorio è sbocciata, aprendo discussioni e portando avanti degli studi di settore su come i prodotti audiovisivi possano influenzare e trasformare l’economia di un territorio attraverso una nuova forma turistica: il cineturismo. Le relazioni sono molto complesse e interessano diversi settori e attori di tutti i segmenti, con nuovi approcci disciplinari e trasversali. Oggi il cinema è finalmente visto come un vero e proprio strumento di sviluppo economico territoriale, capace di interagire con altri settori fornendo le basi per nuove forme di turismo alternativo o creativo, catturando l'interesse dello spettatore/viaggiatore che vede nei film/spot e video, mete reali, raggiungibili e meritevoli di essere visitate.

L'obiettivo del Gal Valle della Cupa e I.M.T. & Co s.r.l. IMovePuglia.Tv (vincitore del bando emesso dal Gal per l'organizzazione del workshop) è quello di proporre, attorno alle bellezze architettoniche, al patrimonio paesaggistico, culturale, enogastronomico, alle feste patronali e alla cultura musicale del territorio, una proposta integrata, capace di interpretare lo spirito ospitale dell'area anche nel settore specifico del cinema a 360°, in modo da contribuire allo sviluppo economico sostenibile delle 12 Terre della Valle della Cupa e offrendo allo stesso tempo servizi adeguati agli operatori del settore cinematografico.

Stefania Mandurino di Pugliapromozione - agenzia Regionale del Turismo e Daniele Basilio, direttore di Apulia Film Commission, affronteranno specifiche tematiche legate al “cineturismo”.conferenza stampa 12 terre Gal valle della Cupa-2

Nel cosiddetto “incontro destrutturato” vi sarà la creazione di un dialogo tra i soggetti che ne fanno parte. Per la prima volta sotto lo stesso tetto, registi, location manager, produzioni audiovisive, Film Commission, Destination Management Organization, istituzioni, privati, studenti e sistemi turistici locali, si incontreranno e confronteranno per trovare un punto di convergenza che garantisca risultati positivi per ciascuno di essi. Il workshop si propone come una sorta di laboratorio territoriale, un incontro aperto dal quale far emergere punti di forza ma anche debolezze e carenze del settore e del territorio, avanzando delle proposte concrete e costruttive per avviare un nuovo percorso condiviso da tutti gli attori coinvolti. Far crescere e fidelizzare “l'industria cinematografica”nel territorio è uno degli obiettivi.

Leonardo Angelini, location manager, Luigi De Luca, vicepresidente Apulia Film Commission e Davide Barletti, regista, modereranno l'incontro in un dibattito con la platea condividendo insieme testimonianze personali, chicche, esempi e punti di vista.

Vi sarà poi il “laboratorio di Formazione sul marketing territoriale”, un workshop che si pone anche come strumento di formazione. Il marketing è un complesso di scelte strategiche e operative attraverso le quali un’organizzazione si collega al proprio mercato cercando di conquistare la preferenza dei clienti in un ambiente turbolento, dinamico ed in continua evoluzione. A far ricorso al marketing sono le aziende, ma anche gli enti pubblici e privati, ed in generale tutte le organizzazioni che si affacciano sul mercato entrando in competizione con altre. Anche i territori competono. In una prospettiva di mercato essi sono dei sistemi composti da attori, risorse e relazioni, in concorrenza tra loro. Il seminario del professor Oronzo Trio, docente dell’Università del Salento, intende illustrare le principali leve a disposizione dei policy makers per far competere con successo i propri territori. Si analizzeranno in particolare le componenti dell’offerta territoriale, gli strumenti operativi attraverso i quali valorizzare il prodotto territorio, le strategie competitive adottabili per attrarre investitori, turisti e nuovi residenti. Ma non è tutto. L'ingegnere Salvatore Modeo (The Qube -Startup d'impresa) parlerà dei “Percorsi di start up su come avviare e gestire una nuova attività d'impresa nel settore del cine-turismo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le "12 terre nel cinema": il Salento diventa laboratorio e fucina di cineturismo

LeccePrima è in caricamento