Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cultura

Lo scrittore Walter Cerfeda ospite del festival "Armonia"

Rileggere una dolorosa pagina della storia otrantina per meglio comprendere il nostro complicato presente: tutto questo e altro è il romanzo "Allegoria" dello scrittore pugliese

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Sono davvero tanti gli autori di spicco che si stanno alternando sul palco del Festival "Armonia. Narrazioni in Terra d'Otranto" che si è aperto lo scorso 20 maggio con Walter Veltroni, (e con l'anteprima internazionale con Jeffery Deaver). Il festival prosegue con successo di critica e di pubblico con con il suo ricco programma che ha portato a Tricase, tra gli altri, Edoardo Nesi, Giovanni Impastato, Federica Bosco e sono attesi tantissimi altri ospiti fino al 2 giugno giorno conclusivo del festival letterario. Questa sera, alle ore 19, nelle Scuderie di Palazzo Gallone incontro con il narratore e saggista Walter Cerfeda che firma, per Il Raggio Verde edizioni, il suo nuovo romanzo "Allegoria". Il libro, impreziosito dalla copertina di Tonino Caputo, apre la collana "Futuro Anteriore" diretta dal giornalista Nello Wrona che scrive nella prefazione: «Cominciando da Otranto, perché Otranto anticipò secoli fa il nostro feroce presente, e perché dopo Otranto, e nonostante Otranto, la Storia si è ripresentata e ora fatalmente e per oscena ignoranza la dobbiamo ripetere: un inferno domestico e planetario, dove ci conduce con ironia e pietà Walter Cerfeda, che indaga le mezze verità e le bugie levantine, tra eserciti, papi, re, sultani e cancellerie, cioè il lato oscuro e meno esplorato di quella mattanza del 1480, che sembra accaduta invano. »

Il libro si apre con una breve introduzione sugli avvenimenti di attualità riguardanti l'Isis. L'avvio è la conferenza stampa di Papa Francesco sull'aereo di ritorno dalla Corea (Agosto 2014) in cui per la prima volta parla dell'aggressione dell'Isis alle minoranze religiose in Iraq e Siria ed osserva che "Siamo nella terza guerra mondiale, ma a pezzi". Il giorno dopo avviene la prima decapitazione di una lunga serie, quella di James Foley. L'atto suscita sgomento nell'opinione
pubblica, ma la reazione politica appare confusa e balbettante. In realtà dopo l'uccisione di Osama bin Laden, da parte del mondo occidentale il tema del radicalismo musulmano sembra essere stato non solo rimosso, ma anche aggravato da una serie di errori come quello di aver armato ed addestrato gli oppositori al regime di Assad in Siria diventati poi i miliziani dell'Isis; non compreso le "primavere arabe"; sottovalutato il rancore profondo dei popoli
musulmani dopo la guerra in Afghanistan ed in Iraq; aver distrutto il regime libico senza preoccuparsi del dopo. Il protagonista del romanzo è un giornalista al seguito della missione del Papa che, dopo la conferenza stampa, non si accontenta solo di seguire le azioni sanguinose dello Stato islamico, ma vuole cercare di capire anche le ragioni storiche e le motivazioni religiose che le hanno generate. Per questo inizia a studiare la storia e le azioni dell'Islam nel corso
dei secoli e le prescrizioni religiose del Corano. In questa ricerca s'imbatte anche nel romanzo di Maria Corti "L'Ora di tutti" che racconta la presa di Otranto del 1480 e la decapitazione di ottocentotredici otrantini che rifiutarono di rinnegare la propria fede. Ma resta colpito dalla conclusione di quel romanzo che gli appare stranamente reticente, come se l'autrice avesse avuto pudore a raccontare cosa effettivamente fosse avvenuto. Approfondendo non solo ne
capisce la ragione, ma si accorge che ciò che sta avvenendo oggi è incredibilmente identico a quanto era successo allora.
Decide quindi di partire da dove Maria Corti aveva terminato il suo romanzo e di raccontare questa volta, senza sconti o ambiguità, tutta la verità di quanto effettivamente accaduto, perché Otranto non è altro che l'allegoria di ciò che sta avvenendo oggi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo scrittore Walter Cerfeda ospite del festival "Armonia"

LeccePrima è in caricamento