Giovedì, 24 Giugno 2021
Cultura

Luca Bianchini chiude le anteprime di "Tuglie incontra - Festival nazionale del libro"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima
Dopo il successo delle presentazioni con Alberto Angela, Roberto Vecchioni e Franco Di Mare si concludono le anteprime di "Tuglie Incontra 2015", il Festival Nazionale del Libro ideato e organizzato dal giornalista Gianpiero Pisanello, che quest'anno si svolgerà nel centro salentino dal 1° al 20 luglio 2015.
A concludere le anteprime, un amico del Festival di Tuglie. Lo scrittore Luca Bianchini, infatti, dopo Roma, Milano, Verona, Bari e Torino sceglie Tuglie per presentare il suo nuovo romanzo, edito da Mondadori, dal titolo "Dimmi che credi al destino".
Introduce l'incontro: Gianpiero Pisanello.
Mercoledì 27 maggio 2015 ore 20.30
Centro Polifunzionale
Corso Cesare Vergine (Località Montegrappa, nei pressi della Zona 167)
TUGLIE (Le)

Ingresso libero fino ad esaurimento posti del teatro.
Info: 348.5465650
DIMMI CHE CREDI AL DESTINO
Ornella ama i cieli di Londra, il caffè con la moka e la panchina di un parco meraviglioso dove ogni giorno incontra Mr. George, un anziano signore che ascolta le sue disavventure, legate soprattutto a un uomo che lei non vede da troppo tempo, e che non riesce a dimenticare. A cinquantacinque anni, Ornella si considera una campionessa mondiale di cadute, anche se si è sempre saputa rialzare da sola. Per fortuna può contare su Bernard, il suo vicino di casa, che la osserva da lontano e la conosce meglio di quanto lei conosca se stessa. L'ultima batosta, però, è difficile da accettare. La piccola libreria italiana che dirige nel cuore di Hampstead - dove le vere star sono due pesci rossi di nome Russell & Crowe - rischia di chiudere: il proprietario si è preso due mesi per decidere. Lei, che sa lottare, ha imparato anche a lasciarsi aiutare, e così chiama in soccorso la Patti, la sua storica amica milanese - inimitabile compagna di scorribande - che arriva in città con poche idee e tante scarpe, ma sufficiente entusiasmo per trovare qualche soluzione utile a salvare l'Italian Bookshop. La prima è quella di assumere Diego, un ragioniere napoletano bello e simpatico, che fa il barbiere part-time, ha il cuore infranto e le chiama guagliuncelle. Ma proprio quando la libreria ha più bisogno di lei, il destino riporterà Ornella in Italia, a bordo di una Seicento malconcia guidata in modo improbabile dalla Patti. Tra humour inglese e una malinconia tutta italiana, Dimmi che credi al destino è una storia commovente di rinascita e speranza. Ambientato in una Londra dove il cielo cambia sempre colore e l'amore brucia a fuoco lento, Luca Bianchini racconta con il suo stile inconfondibile una storia che non avresti mai pensato di ascoltare, e che assomiglia terribilmente alla vita.
LUCA BIANCHINI è nato a Torino l'11 febbraio 1970 e crede nel destino. Per Mondadori ha pubblicato i romanzi Instant Love (2003), Ti seguo ogni notte (2004), Se domani farà bel tempo (2007) e Siamo solo amici (2010). Nel 2005 ha scritto la biografia di Eros Ramazzotti Eros - Lo giuro. Nel 2013 ha pubblicato con grande successo le storie pugliesi di Io che amo solo te e La cena di Natale. Io che amo solo te sarà presto un film. Ha condotto per anni 'Colazione da Tiffany' su Radio2 e collabora con 'la Repubblica' e 'Vanity Fair', per cui tiene il blog 'Pop Up'.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Luca Bianchini chiude le anteprime di "Tuglie incontra - Festival nazionale del libro"

LeccePrima è in caricamento