Cultura

Mantovano a Poggiardo incontra gli studenti per parlare di lotta alla mafia

Nell'ambito delle iniziative per sensibilizzare sui temi della legalità, il Comune ha organizzato un incontro per parlare ai giovani. Pretesto il libro "Irrispettabili, il consenso sociale alle mafie" edito da Rubbettino

Mantovano (@TM News/Infophoto).

POGGIARDO - Il Comune di Poggiardo, nell'ambito delle iniziative per sensibilizzare sui temi della legalità,  ha organizzato un incontro con il giudice Alfredo Mantovano per parlare ai giovani di mafia, spiegandone le forme e le modalità in cui si manifesta e il perché del  crescente consenso sociale verso le organizzazioni mafiose nelle zone in cui tali forme criminali sono tradizionalmente presenti.

L’incontro,  in programma venerdì 15 novembre, alle ore 10, nella sala conferenze del Palazzo della Cultura e a cui parteciperanno gli istituti scolastici di Poggiardo e del territorio, prende spunto dall’opera appena pubblicata “Irrispettabili – il consenso sociale alle mafie” – Rubbettino Editore, realizzata da Alfredo Mantovano (magistrato, ex sottosegretario di Stato all’Interno) e Domenico Airoma, (magistrato).

Non quindi una classica presentazione di libro ma un dialogo con l’autore che si avvarrà di immagini e slide per illustrare come ci sia una linea di confine che non sempre viene tirata in modo chiaro e netto tra l'attività delle organizzazioni mafiose e la vita delle persone normali che, non saranno complici, non saranno colluse ma non sempre mantengono le distanze.

Ci sono infatti vari indici di mancanza di presa di distanza netta che non sono soltanto costituiti dall'omertà ma sono costituiti anche dal successo che hanno i cantanti neomelodici (soprattutto in alcune aree meridionali) quando esaltano le gesta dei boss camorristici o nella strumentalizzazione delle devozioni religiose che vedono i capi clan in prima fine in processioni. Il tema principe, sostiene Mantovano, è cosa fare nei confronti di noi stessi e nell'atteggiamento che siamo chiamati a tenere partendo da una convinzione: il contrasto alle mafie non è roba solo di polizia e giudici ma è un qualcosa che deve interessare ciascuno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mantovano a Poggiardo incontra gli studenti per parlare di lotta alla mafia

LeccePrima è in caricamento