Sabato, 24 Luglio 2021
Cultura

Musica e colori rivestono la città delle Terme: ecco la seconda Notte blu

Il 7 luglio, a Santa Cesarea, torna, per la sua seconda edizione, la Notte blu, evento promosso dall'assessorato al turismo e spettacolo, che unisce l'intrattenimento al tema del risparmio energetico sulla pubblica illuminazione

SANTA CESAREA TERME - Il 7 luglio, nella suggestiva cornice della città di Santa Cesarea Terme, si svolgerà la seconda edizione della Notte blu, evento promosso dall’assessorato al turismo e spettacolo e realizzato grazie alla collaborazione degli operatori turistici locali e con il partenariato di G6 rete gas & Lombardi ecologia.

La Notte blu sarà un evento che vestirà elegantemente la cittadina termale, dentro una grande esperienza collettiva ed urbana, che si snoderà in un arco temporale di otto ore tra le strade, le piazzette, i negozi ed i musei, con l’obiettivo del risparmio energetico. Il programma della serata prevede l’esibizione di gruppi musicali, da artisti di strada e teatrini di burattini per i più piccoli, gastronomia locale salentina e tanto divertentismo. La serata avrà inizio alle ore 19.30, con uno spettacolo dedicato ai più piccoli, dove gli artisti della compagnia ArteconDita racconteranno ai bambini la Divina Commedia come non si era mai vista prima. Lo spettacolo si svolgerà sul sagrato della chiesa in Via Roma.

A seguire, dalle ore 20, si esibirà la New Orleans dixty band, che con le sue frizzanti melodie, si è fatta ormai conoscere ed apprezzare sul territorio nazionale con il suo repertorio funk, jazz e swing, arricchito da improvvisazioni e da influenze balcaniche. Alle ore 21, si esibiranno sul palcoscenico del piazzale delle Terme gli Alla Bua, mentre alle 22.30, sul Piazzale Tamborino, sarà la volta dei Rino’s Garden. Ultimo concerto alle ore 24, sempre sul palco di Piazzale Tamborino, con i Boom Boom Vibration

“La Notte Blu di Santa Cesarea - dichiara l’assessore al turismo, Fedele Corsano -, è inserita nel calendario degli eventi estivi 2012 ed è l’evento sul quale, per il secondo anno consecutivo, l’amministrazione comunale ha inteso maggiormente investire, ponendosi l’obiettivo di dare un maggiore impulso in termini di visibilità e centralità all’interno dell’estate salentina”.

Gli obiettivi della serata spaziano dalla creazione di un evento prettamente mondano alla sensibilizzazione per un uso più ragionevole e meno dispendioso dell’energia elettrica: “La scelta di organizzare l’evento in una serata di luna piena, il 7 luglio appunto – chiarisce Corsano -, permetterà di praticare fattivamente del risparmio energetico sull’utilizzo della pubblica illuminazione, rientrando anche questo simbolico gesto, certamente in una campagna di sensibilizzazione sul risparmio energetico e su tutte le politiche di salvaguardia e tutela dell’ambiente e di tutto quanto ad esso correlato; materie sulle quali la città di Santa Cesarea Terme ormai da anni mette in atto in modo fattivo e sostenibile”.

Quest’anno, secondo quanto chiarisce l’assessore, si è cercato di soddisfare tutte le varie esigenze musicali di diversi target di pubblico che un evento come quello della Notte Blu attira, dalla pizzica al pop rock, passando per il genere reggae: “Santa Cesarea Terme è uno spettacolo naturale in tutte le stagioni – dichiara -, dove il Creatore sembra quasi essersi divertito a pennellare, con estrema dovizia ed arte, una delle più belle cartoline naturali del pianeta. A noi l’arduo compito di renderla più bella e di salvaguardarla, più di quanto già lo sia, vestendola di un abito blu da sera che la renderà ancor più elegante attraente e sensuale”.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Musica e colori rivestono la città delle Terme: ecco la seconda Notte blu

LeccePrima è in caricamento