Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cultura

"Nefrhotel", dentro la piaga del traffico di organi

A Calimera, l'autore salentino, Giuseppe Cristaldi, presenta la sua ultima opera: un romanzo sociale commovente, che accende i riflettori sul triste e vergognoso fenomeno della vendita degli organi

CALIMERA - Approda venerdì 14 ottobre, alle 19.30, nella libreria "Volta la Carta" di Calimera, il romanzo "Nefrhotel - Mi hanno venduto un rene", ultimo lavoro del salentino, Giuseppe Cristaldi. Il testo, edito dalla Promo Music, verrà introdotto da Stefano Donno: racconta la storia di Kamal, un ragazzino nepalese, orfano, naufrago nella miseria, eppure appartenente all'alta casta dei Newari, la casta egemone a Kathmandu, culla floreale dell'omertà.

È innamorato di Buddha, il cui nome egli pronuncia per allontanare la paura mentre si sciacqua nelle pozzanghere o durante le meditazioni del nonno sciamano. Come tutti i suoi coetanei carezza il sogno di una vita, ma a differenza di essi sacrifica il corpo per realizzarlo: svende un rene ai trafficanti di organi che operano tra Oriente e Occidente. È una piaga di inaudite proporzioni che contrasta la diffusa spiritualità orientale, una dualità spirito/macelleria che si ripete in tutto lo sfogo di Kamal.

È un vomito silente che scorre nel cinismo dei turisti sui risciò, nelle mani dei medici collusi con le organizzazioni dedite alla mercificazione delle vite, nella violenza e nello schiavismo perpetrati sui minori. Un vomito che rifluisce intorno ai bordi della vergogna e della rabbia, in cui a sopravvivere resta solo il sentimento improvviso della pietà come una reincarnazione nel futuro.


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Nefrhotel", dentro la piaga del traffico di organi

LeccePrima è in caricamento