Domenica, 25 Luglio 2021
Cultura

Parabita in festa per il primo giubileo del santuario "Madonna della Coltura"

Intensa settimana, dal 29 aprile al 5 maggio, per la comunità locale, tra solennità e devozione popolare, nella ricorrenza dei cento anni dalla posa della prima pietra della Basilica minore pontificia. Ricco calendario eventi

PARABITA - Sarà un’intensa settimana di festeggiamenti, tra solennità e devozione popolare, quella dal 29 aprile al 5 maggio per la comunità parabitana. La città delle Veneri si appresta, infatti, a festeggiare il primo giubileo dalla posa della prima pietra del santuario, oggi Basilica minore pontificia, dedicata alla Madonna della Coltura.

Era il 4 maggio 1913 quando il vescovo diocesano, Nicola Giannattasio, dava simbolicamente il via all’edificazione di un grandioso tempio da dedicare alla Madonna della Coltura, santa patrona di Parabita.

Grande commozione, dunque, a cento anni di distanza da quel giorno, sia nella comunità domenicana, che abita e custodisce il santuario dal lontano 1955, sia per l’intero paese, che di quel tempio ha fatto una delle cartoline più belle con le quali presentarsi al mondo.

Il via ufficiale al ricco calendario sarà dato lunedì 29 aprile con una celebrazione eucaristica presieduta da monsignor Filippo Santoro, arcivescovo metropolita di Taranto, alla quale seguirà il concerto pianistico di Annalisa Cocciolo, in onore di Santa Caterina da Siena.

A seguire, mercoledì 1° maggio una nutrita delegazione parabitana di oltre duecento persone presenzierà all’udienza generale di Papa Francesco in Piazza San Pietro, dove per l’occasione verrà portata un’effigie della Vergine che beneficerà della consacrazione e delle preghiere del pontefice.

Di nuovo a Parabita, poi, il giorno successivo, una santa messa presieduta da monsignor Domenico Caliandro, arcivescovo di Brindisi-Ostuni e, subito dopo, un recital mariano della compagnia teatrale “La Calandra” di Tuglie. Ancora, venerdì 3 maggio, presso i locali del convento attiguo al santuario, si terrà una conferenza tenuta da padre Sergio Catalano o.p. su “Il santuario della Madonna dell’Agricoltura - La posa della prima pietra, significato e valore di un edificio sacro”.

A presiedere le celebrazioni eucaristiche del 3, 4 e 5 maggio saranno, nell’ordine, monsignor Vincenzo Pisanello, vescovo di Oria, e il cardinale Giovanni Lajolosantuario - basilica madonna della coltura parabita 2-2-2, presidente emerito del Governatorato della Città del Vaticano. A chiudere il programma del centenario sarà, poi, il coro polifonico “M. SS. della Coltura” diretto da Graziano Caggiula con il concerto “Omaggio a Maria”.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parabita in festa per il primo giubileo del santuario "Madonna della Coltura"

LeccePrima è in caricamento