rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Cultura Nardò

Rassegna “Ar-ti” al femminile: cultura, arte e spettacolo per riflettere sulla parità di genere

Un calendario di appuntamenti sino alla fine di marzo promosso dall’assessorato alla Cultura del Comune di Nardò per celebrare anche la giornata internazionale dei diritti della donna

NARDO’ - Una rassegna di eventi e appuntamenti di cultura, arte e spettacolo per riflettere sulla parità di genere e “celebrare” la Giornata internazionale dei diritti della donna. Si chiama àr-ti femminile, plurale, ed è stata organizzata dall’assessorato alla Cultura del Comune di Nardò e prevede una serie di iniziative sino alla fine del mese di marzo.

“Un calendario di eventi fatto dalle donne e che parla alle donne” spiega l’assessora alla Cultura, Giulia Puglia, “senza ovviamente intenti autoreferenziali, ma con la voglia di riflettere sulle conquiste delle donne e su quelle che ancora inseguiamo, su discriminazioni e violenze purtroppo sempre d’attualità, sul ruolo, sulle capacità e sulle difficoltà della donna nella cultura, nell’arte, nello spettacolo e su ogni fronte della vita sociale”.

“Proprio nel momento in cui la donna in Italia sale sulla ribalta delle istituzioni e della politica con Giorgia Meloni a capo del governo ed Elly Schlein alla guida di uno dei partiti più importanti, per non parlare della nomina di Margherita Cassano al vertice della Corte di Cassazione. Novità importanti non solo a livello simbolico, che aprono prepotentemente una stagione di protagonismo e responsabilità”.

Alcuni eventi del calendario sono iniziati o si sono tenuti già nel mese di febbraio. Il prossimo appuntamento è in programma domenica 5 marzo (presso il castello, alle 18): si tratta di Fabulae. La donna nella musica, nelle leggende, nella memoria, un viaggio musicale tra leggende e tradizioni a cura di Vania Palumbo.

Sempre il castello, tra il 6 e il 12 marzo, ospiterà Donna emblema dell’arte, una collettiva d’arte con Alessandra Armenta, Giada Kiara Rizzello, Maria Michela Brunetti, Chiara Corlianò.

Martedì 7 marzo al teatro comunale (ore 21) è in programma Donne e Derivati, uno spettacolo per dire stop alla violenza.

E ancora, domenica 19 marzo (ore 19,30) Daniela Maruccia al castello presenterà il libro Un amore impossibile ma eterno (seguirà la proiezione di 1996 di Gino Brotto).

Venerdì 24 marzo il teatro comunale ospiterà (alle 18,30) lo spettacolo Battaglie di diamanti. Molto fitto il programma degli eventi in programma sabato 25 marzo: alle 9 e alle 20 al castello Io, libera di Breight Film; alle 20:30 al teatro comunale Paolo e Francesca ipotesi semiseria, spettacolo di Daniela Baldassarra. Alle ore 16:30 in piazza Battisti il Pink Street Basket; infine, alle ore 18:30 al museo di Civiltà contadina e tradizioni popolari Donna e tradizioni.

Giornata molto intensa anche quella di domenica 26 marzo: alle 10 in piazza Battisti, Mamanet e Dream Volley; alle 18 al teatro comunale Penelope e le malafemmine, spettacolo di Daniela Baldassarra. Sempre alle 18, al castello Arcobalenolandia, presentazione teatralizzata del testo per bambini di Maria Grazia De Trane. Negli istituti scolastici, infine, ci sarà Scateniamoci, un progetto contro la violenza sulle donne.

Alcuni eventi in programma sono stati organizzati in collaborazione con l’assessorato alle Pari opportunità guidato da Sara D’Ostuni, con la commissione per le Pari opportunità e con il presidente del consiglio comunale, con delega allo Sport, Antonio Tondo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rassegna “Ar-ti” al femminile: cultura, arte e spettacolo per riflettere sulla parità di genere

LeccePrima è in caricamento