rotate-mobile
Cultura Gallipoli

La rassegna Babele off propone "Lingue longe", una chiacchierata letteraria

Ospiti presso Spazio.Zero a Gallipoli, gli scrittori Andrea Donaera - autore di "Lei non tocca mai terra" - e Gaia Giovagnoli, redattrice di "Cos'hai nel sangue"

GALLIPOLI - La rassegna indipendente Babebele off - ideata da ZeroMeccanico Teatro, sotto la direzione artistica di Ottavia Perrone - organizza una "chiacchierata letteraria" a cura del giornalista Roberto Martalò. L'evento si volgerà  il giorno 7 maggio alle ore 20:30 presso Spazio.Zero in via Francesco Petrarca.

Con Lei che non tocca mai terra, segnalazione Premio Strega, Andrea Donaera torna con un dramma familiare ambientato in un Salento che va oltre le cartoline, nel quale la spiritualità sta nelle ombre e non esiste fede che non sia anche certezza del male. Una storia romantica e cangiante capace di insinuarsi come un incantesimo nei sogni più profondi. Miriam è in coma dopo un incidente. Andrea la conosce appena ma si è innamorato perdutamente di lei, e ora le siede accanto e le parla, tutti i giorni, perché riesce a sentire la sua voce.

Nel 2019 Andrea Donaera ha pubblicato per NNE il suo romanzo d’esordio,Io sono la bestia, che è stato salutato da pubblico e critica come un vero caso editoriale ed è stato tradotto in Francia. Collabora con il quotidiano Domani e scrive per Metalitalia.

Andrea Donaera-3

Romanzo d’esordio della scrittrice Gaia Giovagnoli e candidato al Premio POP- Premio Opera Prima della Fondazione Mondadori, Cos’hai nel sangue insegue il dramma dei rapporti umani e lo unisce al richiamo oscuro di un’origine attraverso una favola nera legata a Coragrotta, borgo inquietante e isolato. L’antropologo Spina bussa alla loro porta per un’intervista: Caterina scopre che sua madre ha un passato rimosso e subito sente che vuole conoscere tutta la verità E alla fine la giovane donna scoprirà le ragioni del dolore.

Gaia Giovagnoli (Rimini, 1992) è laureata in Lettere moderne e in Antropologia culturale all’Università di Bologna. Ha pubblicato alcuni libri di poesia, tra cui Teratophobia. Cos’hai nel sangue è la sua prova d’esordio come romanziera.

L’area espositiva della giornata sarà dedicata a Lucia Olivieri e Loredana Bio Nica. 

Lucia Olivieri espone una serie di fotografie dedicate al mondo macro e micro, del quale diventa protagonista attraverso uno sguardo fiabesco e contemporaneo che ricorda a tratti lo stupore di Alice alle prese con le meraviglie del mondo.
Presenta a Spazio.Zero la sua ultima produzione di sculture Loredana Bio Nica. Una teoria di organi vibranti e imperfetti ma vivi. Le opere sono realizzate in ceramica con cotture saggar firing.

Ingresso con Certificazione Verde Rafforzata e Mascherina FFP2

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La rassegna Babele off propone "Lingue longe", una chiacchierata letteraria

LeccePrima è in caricamento