Cultura

"Stile bergoglio, effetto Francesco" di Fabio Zavattaro

Il giornalista inviato speciale del TG1 per il Vaticano sarà a Galatone il 7 novembre 2015

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Fabio Zavattaro, grande giornalista inviato speciale del TG1 per il Vaticano, sarà a Galatone il 7 novembre 2015 per presentare il suo ultimo libro “Stile Bergoglio, Effetto Francesco”. L’evento è organizzato da “Il Galateo”, periodico di Informazione e cultura, e dall’Associazione Culturale Verbumlandiart in collaborazione con Giuseppe Semeraro, organizzatore di eventi, la Caritas Diocesana di Nardò/Gallipoli, le Parrocchie e con il Patrocinio del Comune di Galatone. La manifestazione si terrà alle ore 19,00  presso la splendida location del Palazzo Marchesale – P.zza SS. Crocifisso – Galatone.

Fabio Zavattaro ha iniziato la sua attività di giornalista professionista nel 1981, al quotidiano Avvenire, dove ha lavorato ininterrottamente dal 1979 al 1991, occupandosi di cronaca e politica estera e, dal 1983, di informazione vaticana. Nel 1991 è entrato in Rai, prima al Giornale radio (Gr2) e successivamente, dal 1995, al Tg1, occupandosi sempre di informazione vaticana. Come inviato dal 1983 ha seguito tutti i viaggi di Giovanni Paolo II e Benedetto XVI, in Italia e all'estero. È autore di numerosi libri, tra cui Un santo di nome Giovanni (Aliberti, 2011), La valigia di Papa Wojtyla (Iacobelli, 2011) e I santi e Karol (Ancora, 2004), e di numerosi video, tra cui Teresa di Calcutta e lo speciale Karol Wojtyla, un Papa nella storia, venduto in oltre 3 milioni di copie. Nel gennaio 2009 è stato insignito del Premio nazionale “Penna d'oro” per il giornalismo, e del “Leone d'argento” assegnato dalla città di Servigliano.

Ripercorrendo eventi, ricordando nomi, parole e gesti, Fabio Zavattaro in  “Stile Bergoglio, Effetto Francesco” scruta i segreti del successo di un pontificato luminoso e travolgente, nella chiara consapevolezza che dietro l'«effetto Francesco» siano due le coordinate da rilevare: il rapporto con i pontificati che lo hanno preceduto e il profilo umano e spirituale dell'arcivescovo di Buenos Aires, chiamato «quasi dalla fine del mondo» a governare la Chiesa, il 13 marzo del 2013. L’occasione è, poi, veramente propizia per discutere sulle tematiche trattate nel recente Sinodo dei Vescovi, (missione della famiglia nella Chiesa e nel mondo, ruolo della donna, fedeli divorziati e risposati, coppie gay, ecc.). Un appuntamento da non perdere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Stile bergoglio, effetto Francesco" di Fabio Zavattaro

LeccePrima è in caricamento