Cultura

Terzapagina. È vivo e in salute, ma Andrea Baccassino si regala un memorial

Il comico salentino organizza il primo memorial che porta il suo nome, venerdì 11 aprile presso il parco culturale giovanile "La Saletta" a Nardò: due ore di concerto, tra ironia e divertimento, per rallegrare gli spettatori

NARDO’ – Lui è vivo e vegeta (nel senso del verbo vegetare), ma ha avuto l’idea di regalarsi un evento commemorativo e di goderselo in presa diretta: non è mai mancata l’autoironia ad Andrea Baccassino, professione comico reduce di una “Gioventù bruscata”. E così ha deciso di organizzare con Abac Entertainment di Andrea Baccassino e Art & Show di Raoul De Razza, in collaborazione con il Parco culturale giovanile “La Saletta” e con il patrocinio del Comune di Nardò, il primo memorial intitolato a se stesso.

Perché questa idea? Lo stesso Bac risponde: “Così me lo posso godere! I Memorial sono delle feste meravigliose in cui tutti si divertono tranne il festeggiato... Voglio divertirmi anche io al mio Memorial!”. Ma, a parte le battute, quello di Andrea e dei suoi collaboratori è un tentativo di sdrammatizzare il momento di crisi, aggrappandosi all’unica cosa che ci fa sopravvivere, ossia la risata. Passare due ore in allegria e spensieratezza è un ottimo (forse l’unico) modo per ricaricare le batterie in vista delle battaglie quotidiane.

Il Memorial, che si terrà venerdì 11 aprile presso il Parco culturale giovanile “La Saletta” in Via Volta a Nardò, è sostanzialmente un Concerto-evento, durante il quale salirà sul palco lo stesso Andrea Baccassino con il suo nuovo gruppo musicale “Bashaka Indie” formato, oltre che da Bac (Voce e strumenti vari), anche da Pasquale Chirivì (basso, chitarra) e Randy Abbaticola (batteria), supportati in questa versione “Exageration” da Raoul De Razza (chitarra), Pierpaolo Ronzino (tastiere), Marco Tuma (fiati e percussioni), Elena De Salve (voce e cori) e soprattutto da tanti ospiti/amici: la cantante Giusy Colì, il cantautore Luigi Mariano, il cantante-attore Giuseppe Tarantino, e poi Ray Campa, l’arpista Eisabetta Polo, lo scrittore Livio Romano, e molti altri ospiti a sorpresa.

I Bashaka Indie proporranno live i “classici” del repertorio baccassiniano, pezzi storici come “Lu semiasse non bale” o “Tu mi rrubbi l’andita”, ma anche molte nuove canzoni che faranno parte del nuovo cd di Bac (il primo che verrà pubblicato con il marchio Bashaka Indie) attualmente in lavorazione. “Tutti i grandi cantanti hanno prima militato in delle formazioni, poi si sono dati alla carriera solistica. Vedi Peter Gabriel – Genesis, o Sting – Police, o Francesco Renga - Timoria. Io, come sempre, alla mbersa...” ha dichiarato recentemente Andrea Baccassino a un tizio che per altro non gli aveva posto nessuna domanda.

Ma le sorprese non finiscono qui. Durante il Memorial si terrà la premiazione del concorso on line “Scrivi il Bac-epitaffio”, partito lunedì 24 marzo, in cui l’aspirante “bac-poeta” non dovrà fare altro che scrivere una frase “in memoria” di Bac e spedirla all’indirizzo mail del Memorial che è memorial@baccassino.com. Il testo dovrà essere lungo al massimo 140 caratteri, in stile Twitter... “Non solo – continua Bac – ma dopo che me ne sarò andato per davvero, tra tutti i bac-epitaffi vincitori delle varie edizioni del memorial (perché questo è il primo ma non sarà l’ultimo ndr.) si sceglierà quello che andrà a campeggiare sulla mia vera tomba. Questo dovrebbe servire a spronare chiunque voglia partecipare al concorso a dare il meglio di sé”.

L’ingresso è gratuito e,male che vada, come spiegano con autoironia gli organizzatori, “ci si può ristorare con una buona bevanda presa dal bar della Saletta, o con un panino alla servola che si può acquistare nei vari barbecue presenti all’interno della struttura”. Il pubblico che accorrerà alla Saletta potrà portare con sé “Lu Cunsulu”, ovvero un pacco di pasta o una confezione di tonno, latte, farina, zucchero, biscotti ecc. Il tutto sarà poi devoluto in beneficenza. Per info, www.baccassino.com e info@baccassino.com

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terzapagina. È vivo e in salute, ma Andrea Baccassino si regala un memorial

LeccePrima è in caricamento