Venerdì, 30 Luglio 2021
Cultura

Terzapagina. Crifiu tra "Cuori e confini": lanciato il videoclip del brano

Dopo il successo al concertone del Primo maggio a Roma, la band salentina riparte in tour: nuovo singolo con annesso video, girato e diretto da Mauro Russo; nel testo, il tema del dialogo e dell'accoglienza in sonorità elettro-pop

I Crifiu (foto di Ilenia Miggiano)

LECCE - Un gruppo senza sosta: dopo il successo all'1mFestival e l'esibizione sul palco del Concertone del Primo Maggio di Roma, i Crifiu ripartono in tour e lanciano sul web il videoclip, diretto da Mauro Russo (produzione Calibro 9), di Cuori e confini, secondo singolo dell'omonimo album prodotto da Dilinò, distribuito da Goodfellas e promosso con il sostegno di Puglia Sounds.

Da sempre l’uomo ha accolto l’uomo: dal girovagare mitico di Ulisse all’ospitalità di tutta la cultura contadina. Chi veniva da lontano poteva essere un profeta “o forse un dio”, sicuramente era un fratello da accogliere ed abbracciare. Oggi, invece, sembra si ignori di guardare l’orizzonte in volto, dentro gli occhi. Il tema del dialogo tra gli uomini nell'evocativo invito ad aprire i nostri Cuori e i nostri Confini, ad aprire porte, mani e vele al giorno “che viene domani”. Sonorità elettro-pop, ritmiche dance e orchestrazione di archi si incontrano ad un loop di bendir e flauto per evocare scenari mediterranei.

Cuori e Confini è un disco originale e contemporaneo capace di mescolare i suoni e i ritmi del mediterraneo alla potenza del rock e dell’elettronica in un originale ed innovativo sound. Il cd vanta la produzione artistica di Arcangelo “Kaba” Cavazzuti, già batterista di Vasco Rossi ed ex produttore–musicista dei Modena City Ramblers, e la presenza di ospiti nazionali e internazionali, tra cui Papet J, mc dei Massilia Sound System (Francia), Lou Dalfin, Gastone Pietrucci de La Macina, Cisco e il salentino doc Nandu Popu dei Sud Sound System.

Tredici brani che hanno le antenne puntate sul mondo, in grado di guardare dentro i nostri giorni e di raccontarli con un linguaggio inedito, una propria identità artistica ed uno stile personale ed inconfondibile, svelando la freschezza del gruppo e, al tempo stesso, la maturazione artistica raggiunta, figlia anche degli “incontri musicali” fatti in questi anni, condividendo palco e “retro-palco” con artisti come Asian Dub Foundation, Modena City Ramblers, Gang, Giuliano Palma, Max Gazzè, Sud Sound System, Massilia Sound System, Roy Paci, Caparezza e molti altri.

I Crifiu uniscono sapientemente chitarre elettriche, campionatori, flauti, frequenze basse e potenti groove di batteria per disegnare un’identità originale, potente ed evocativa. Il gruppo salentino suona forte e fa danzare all’insegna di una musica che mescola intuizioni diverse, oltre i confini e capace di far parlare del Salento come di una prolifica fucina artistica da dove provengono progetti ed idee nuove ed originali.

Tra identità sonora che unisce rock, elettronica, world music e melodie mediterranee, impatto scenico, i Crifiu, nel 2006 escono con “Tra terra e mare” (EW-Dilinò/Venus); nel gennaio 2005 il gruppo è invitato come unico rappresentante del Sud Italia a realizzare un concerto speciale a Cracovia (Polonia) in occasione della “Giornata della Memoria” e in più edizioni interviene a “La notte della Taranta”.

Da gennaio 2008 la band è inserita, insieme ad artisti internazionali come Manu Chao, nel palinsesto radio dell’artista londiense Dj Scratchy - artista alle prese con il tour mondiale di Gogol Bordello e già collaboratore di Clash, Joe Strummer e Pogues. Marchio di fabbrica dei Crifiu è la dimestichezza nella dimensione live dei loro tour che, dalle Alpi al basso Salento, isole comprese, portano in giro uno spettacolo impetuoso ed originale dal forte impatto sonoro e in una travolgente miscela sonora di respiro internazionale.

Nell’ottobre del 2009 i Crifiu partecipano alla compilation “Dal Profondo”, doppio cd contenente numerosi brani di artisti del rock italiano tra cui: Gang, Mcr, Bandabardò’, Roy Paci, Cisco, Claudio Lolli, Statuto, Persiana Jones, No Relax, Skiantos, Hormonauts e tanti altri. Un progetto i cui proventi vanno a costruire un pozzo d’acqua in Kenia, nel distretto di Makueni. Dopo un lungo tour in tutta Italia e una moltitudine di concerti, la band torna in studio di registrazione e nella primavera del 2012 pubblica il nuovo lavoro discografico, Cuori e Confini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terzapagina. Crifiu tra "Cuori e confini": lanciato il videoclip del brano

LeccePrima è in caricamento